Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1001
MODICA - 28/08/2010
Attualità - Modica: nonostante le reiterate segnalazioni dei villeggianti, nessun provvedimento

Marina di Modica: lungomare a rischio crollo e degrado

L’auditorium Mediterraneo è rovinato. Una cinquantina si posti a sedere sono inservibili

E´ a rischio crollo una buona parte del lungomare Mediterraneo, proprio come accaduto mesi fa a Cava d’Aliga. L´acqua marina, nell’area sottostante il lungomare, ha difatti eroso gran parte degli scogli su cui poggia il muro di contenimento del lungomare, che, di conseguenza, è a rischio cedimento. Inutile ricordare che ci potrebbe scappare anche qualche ferito. Ma, nonostante le reiterate segnalazioni dei bagnanti, l’area a rischio non è neppure stata transennata. Per fortuna che Marina di Modica sta ricominciando a spopolarsi. Ma la situazione cambierà entro la prossima estate?

Intanto la stagione estiva volge a termine e quella di Marina di Modica può essere senza dubbio archiviata come la peggiore che si ricordi da qualche anno a questa parte. Al di la della crisi, che ha determinato un minor afflusso di villeggianti e un crescente numero di case rimaste sfitte, anche la giunta ha fatto la sua parte, in negativo. L’assenza di un cartellone estivo degno di tal nome è stata ulteriormente aggravata dalla semi inagibilità dell’auditorium Mediterraneo, che, di questo passo, rischia la riapertura per l’estate 2011. Ben 50 posti a sedere sono difatti inutilizzabili, perché i sedili di plastica sono pericolosi.

Il sole, il vento e l’umidità marina hanno difatti indurito e spaccato il materiale, rendendo inservibili le sedie. Ne hanno fatto le spese, oltre che gli spettatori, costretti a vedersi i (pochi) spettacoli in piedi, anche le stesse compagnie teatrali, indotte a staccare meno biglietti, proprio a causa dei sedili inutilizzabili. Una perdita economica non indifferente da parte di chi si è speso per garantire un minimo di divertimento a quanti hanno trascorso le serate a Marina di Modica. E dire che al sindaco Antonello Buscema era stato raccomandato di provvedere alla copertura dei sedili dell’auditorium con un apposito telone, per preservarli dalle intemperie. Ma neanche questo facile accorgimento fu a suo tempo adottato, con le conseguenze che adesso sono sotto gli occhi di tutti.