Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1097
MODICA - 26/08/2010
Attualità - Modica: sindaco e vice sindaco contestano i dati snocciolati dall’opposizione

Buscema e Scarso rispondono al Pdl sul turismo: "Falsità"

"Le cifre sono state manipolate ed estrapolate dal loro contesto"

Il sindaco Antonello Buscema e il suo vice Enzo Scarso rigettano le accuse mosse loro dall’opposizione sul presunto tonfo turistico patito da Modica in questi ultimi due anni. «Il Pdl – scrivono Buscema e Scarso un una nota congiunta – pensa ancora che basti divulgare sfilze di numeri estrapolati dal loro reale contesto per rendere credibili le loro ragioni, del tutto pretestuose».

In altre parole, il sindaco e il suo vice contestano all’opposizione «Di aver manipolato le cifre, a sostegno di una tesi balzana che non sta né in cielo, né in terra. Il calo dell’afflusso turistico – sostengono Buscema e Scarso – interessa l’intero Paese a causa della crisi e, tanto per restare in ambito provinciale, anche gli altri comuni iblei hanno subito un’involuzione, a cominciare dalla barocca e vicina Scicli».

Il primo cittadino e il suo vice, a suffragio della loro tesi, specificano che «Le statistiche di cui il Pdl è in possesso a proposito dei flussi turistici a Modica, sono pubbliche, essendo state elaborate dall’Ufficio del Turismo della Provincia Regionale di Ragusa. Chiunque, pertanto, può verificare con estrema facilità come questi dati risultino completi per gli anni 2007 e 2008. Nel caso del 2009 si riferiscono solo – aggiungono Buscema e Scarso – al movimento turistico elaborato esclusivamente sulla base delle comunicazioni effettuate dai gestori delle strutture ricettive e, pertanto, non corrispondono al movimento effettivamente verificatosi in tutte le strutture ricadenti nel territorio. È dunque lampante – concludono Buscema e Scarso – il tentativo avventato del Pdl di ricorrere ad un uso oltremodo strumentale di dati che sono assolutamente parziali e dichiaratamente non corrispondenti al vero».

L´OPINIONE DEL PDL
Opposizione all’offensiva anche sul turismo. Dopo gli attacchi sul bilancio e sul conto consuntivo il Pdl fa il punto su afflussi e presenze turistiche in città e trae un bilancio del tutto negativo. «Anche Ispica ci ha superato –dice il Pdl- Nel 2009 c’è stato un crollo di presenze; ad Ispica 62mila 744 a Modica 55mila 481 presenze contro le 80mila 648 del 2008 ed addirittura le 88mila 802 del 2007. Sono i dati ufficiali dell’ufficio turistico provinciale e dovrebbero fare riflettere l’amministrazione ed il sindaco che si vanta ancora del turismo in città. E’ un autentico tonfo perché il turismo in questi ultimi due anni è calato del 37 e mezzo per cento».

Il Pdl vede anche in questo settore un fallimento della amministrazione ed è solidale con chi in questi ultimi anni ha investito in strutture alberghiere ed in genere nel settore della ricettività visto che i posti letto negli ultimi due anni sono aumentati in percentuale quasi del 28 per cento. Commercianti ed operatori alberghieri da parte loro lamentano un calo di presenze stanziali; pur se i turisti, come è ben visibile sono in città, si tratta di un fenomeno «mordi e fuggi», una presenza di poche ore che non riesce a trasformarsi in occasione di soggiorno. Il dato delle presenze deve tener conto necessariamente del contesto economico difficile che vive tutto il settore con un restringimento del periodo delle ferie e le limitate capacità di spesa delle famiglie.