Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1178
MODICA - 20/08/2010
Attualità - Modica: la mostra nell’ambito della 11ma edizione della settimana quasimodiana

Rosa Cerruto e la Modica dei suoi Disegni di Versi

E’ una Modica fantastica, quasi onirica, quella che emerge dalla mano della disegnatrice
Foto CorrierediRagusa.it

Gnomi, acrobati, equilibristi e lune vagano sui tetti e nel cielo della Modica Barocca. La lieve matita di Rosa Cerruto dà vita ad un mondo quasi fantastico dove la realtà di trasfigura in fantasia, dove il gioco alleggerisce la maestosità del barocco.

La mostra «Disegni di versi» ospitata presso la casa natale di Salvatore Quasimodo attrae ed incuriosisce i tanti visitatori per l’originalità dei soggetti tutti commentati dalla disegnatrice con poesie tratte dalle raccolte di Salvatore Quasimodo. «Di te amore m’attrista/ mia terra, se oscuri profumi/perde la sera d’aranci» sono i primi versi di Isola tratta da Oboe Sommerso a corredo di una città ascensionale in cima alla quale si muovono due acrobati quasi a rincorrersi in cima alla chiesa di S. Pietro.

Un tocco chagaliano quello di Rosa Cerruto che resta legata, nonostante i suoi sogni, alla sua terra, ai vicoli, alle atmosfere ben cantate da Salvatore Quasimodo tanto che la mostra si inserisce a tutto tondo nelle manifestazioni promosse per la 11ma edizione della settimana quasimodiana.

Foto di Salvatore Giannì