Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1019
MODICA - 08/12/2007
Attualità - Modica - Se ne riparlerà dopole festività natalizie

Piano del traffico:
Forza Italia è indecisa

Carpenzano: "Ci sono sensi unici che non capiamo" Foto Corrierediragusa.it

« Non diciamo sì ma non è un no aprioristico». Per il mantenimento o meno del piano del traffico Forza Italia resta nel guado e chiederà al sindaco di soprassedere almeno per il momento. Spiega il capogruppo Luigi Carpenzano « Abbiamo tenuto una riunione di partito e abbiamo deciso di chiedere a Piero Torchi di soprassedere intanto per la fase delle festività. Ci sembra infatti importante verificare come il nuovo piano del traffico reggerà rispetto ai flussi di traffico che inevitabilmente aumentano nel periodo natalizio.

Ne vogliamo riparlare dopo Natale anche se siamo convinti che ci sono molte cose da limare e da sistemare nel caso in cui dovessimo andare avanti con questo piano del traffico. Ci sono sensi unici che non capiamo, per esempio la parallela di via S. Cuore che porta alla piscina comunale. La nostra posizione è anche determinata dal fatto che a gennaio cominceranno i lavori per la nuova rete idrica che interessarano direttamente la via S. Cuore e le zone circostanti. Nel complesso Forza Italia ritiene che la viabilità è migliorata, non ci sono lunghe file ma il piano deve essere limato , se non rivisto.

Lunedì si tiene una manifestazione di commercianti ed artigiani operanti nella via S. Cuore. Forza Italia sarà presente ?

Non ne abbiamo parlato ma affronteremo l’argomento. Siamo tuttavia pronti ad ascoltare e dialogare con chi è in condizioni di sofferenza ed ha problemi da risolvere. Resta fermo comunque il principio che l’interesse generale è prevalente rispetto a quello dei singoli».

Se commercianti ed artigiani da parte loro si sono organizzati e promettono di portare a sfilare non meno di duecento persone per il quartiere c’è anche chi è critico con questi atteggiamenti « Prima si criticava il sindaco perché non faceva nulla per il traffico, ora che ha avviato la sperimentazione c’è la rivoluzione e tutti si lamentano. Come la mettiamo « dice Giorgio Di Raimondo, autotrasportatore che percorre in lungo e in largo la città. « invece di fare cortei e manifestazioni perché i signori commercianti non chiedono ai residenti del S. Cuore e soprattutto a chi accompagna ogni mattina i figlia a scuola? « dice un residente.