Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1174
MODICA - 13/08/2010
Attualità - Modica: la delibera della giunta lascia perplessi i cittadini

A Modica vietato ricordare trigesimi ed anniversari

Solo manifesti funebri ed annunci di funerali sulle bacheche

Funerali sì, trigesimi no. Sono troppi i manifesti mortuari che parenti e famiglie fanno affiggere sulle bacheche dedicate della città e la giunta pensa bene di limitare il fenomeno.

Lo ha fatto anche con il consenso degli operatori delle agenzie funebri che hanno dato il loro parere positivo alla delibera adottata dalla giunta in una delle sue ultime sedute. L’atto non consente che siano annunciate le messe in suffragio dei defunti a cominciare dai trigesimi per cui i parenti dovranno arrangiarsi in privato o ricorrere ad altri tipi di annunci.

La delibera ha suscitato sconcerto in città ed è già oggetto di polemiche e discussioni. Qualche consigliere comunale ha anche chiesto al sindaco di revocare la delibera e di pensarci su perché nella città delle cento chiese non è giusto limitare l’esercizio della libertà religiosa.

La decisione della giunta Buscema tutta via sembra essere scaturita da problemi molto più pratici e quotidiani della libertà religiosa. Le bacheche non bastano più perché gli annunci di morte e funerali sono aumentati e non è possibile ospitare anche i trigesimi e gli anniversari. Le famiglie insomma cambino sistemaa meno che l’amministrazione non pensi di installare altre bacheche per soddisfare l’’ansia comunicativa dei parenti.