Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 771
ISPICA - 30/06/2010
Attualità - Ispica: il plasma resta una materia preziosa, specie per chi ne ha bisogno

Ispica: in estate mancano i donatori, l´Avis lancia appello

Si programmano le vacanze nei mesi di luglio, agosto e settembre, dimenticando coloro che non hanno queste possibilità, in quanto impediti dalla sofferenza

Scarsa disponibilità dei donatori di sangue nei mesi estivi. Per questo motivo, la sezione ispicese dell’Avis fa appello al senso di responsabilità e di solidarietà dei soci. In modo tale che, proprio in questo periodo, siano sempre solerti e pronti a compiere il gesto del dono del plasma. Si programmano le vacanze nei mesi di luglio, agosto e settembre, dimenticando coloro che non hanno queste possibilità, in quanto impediti dalla sofferenza. Tanti, ogni giorno, lottano per la vita e affrontano le malattie con dignità, sperando però in un aiuto che, spesso, potrebbe alleviare le sofferenze, donando una speranza nel futuro.

«Gli incidenti – spiega infatti Michele Rizza presidente della locale sezione Avis – si susseguono a ritmo intenso e cresce la necessità di donatori di sangue. Gli interventi chirurgici e le malattie non conoscono tregua e, quindi, il bisogno di sangue è sempre impellente e in aumento. Tutto questo il donatore Avis può e deve saperlo, facendo qualcosa perché il proprio sangue è importante e indispensabile per fare vivere un’altra persona. Questa sensibilità – aggiunge – può e deve averla ogni persona. E tutti i cittadini, proprio in questo periodo, devono trovare il motivo in più e lo stimolo per iscriversi all’Avis, nella consapevolezza che tante sacche di sangue possono salvare tante vite umane e che ciascuno deve sentire il dovere civile e morale di partecipare a questa azione volontaristica di solidarietà».

L’Avis di Ispica si rivolge pertanto ai donatori e alle «persone di buona volontà», in quanto accostandosi alla donazione daranno un senso diverso e concreto alle loro vacanze. «Donando agli altri – dice Rizza – la possibilità di immergersi anche loro nel mare della speranza, percorrere i lidi della fiducia, fermarsi alla meta della guarigione dalla malattia, rivivere con rinnovato interesse la vita, sapendo che la solidarietà e l’altruismo vincono sullo sconforto e sulla rassegnazione. È bello scoprire queste nuove sensazioni perché tutti, insieme con tanti altri fratelli che nell’anonimato hanno ricevuto il sostegno del donatore avisino, possiamo godere vacanze felici e ferie serene. L’Avis – conclude Rizza – vi aspetta per fare questo grande gesto. E ricordate, prima di partire, donate il sangue, così questa estate sarà più entusiasmante e gioiosa».