Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 360
ISPICA - 04/03/2010
Attualità - Ispica: le perplessità del segretario del Pd Pierenzo Muraglie

Ispica: raccolta differenziata tra le polemiche

"È giunto – scrive Muraglie – il momento di dire basta alle menzogne. Sentiamo forte il dovere di intervenire per ripristinare la verità dei fatti"

«Risulta impossibile che la raccolta differenziata dei rifiuti abbia inizio il 10 marzo. La maggior parte delle famiglie ispicesi non hanno ancora ricevuto le istruzioni, il calendario e il kit necessari a rendere esperibile il nuovo servizio»: è quanto denuncia Pierenzo Muraglie, segretario del Partito democratico, scrivendo una nota dai contenuti polemici, ma ben argomentati.

«È giunto – scrive Muraglie – il momento di dire basta alle menzogne. Sentiamo forte il dovere di intervenire per ripristinare la verità dei fatti. L’inizio della raccolta differenziata è stato – spiega – annunciato in pompa magna per il 10 marzo. Constatiamo che, purtroppo, quanto dichiarato durante la conferenza stampa svoltasi lunedì scorso, difficilmente, potrà realizzarsi. Molte famiglie non hanno ancora ricevuto l’occorrente utile alla differenziata. E ciò è di una gravità inaudita, in quanto si verifica dopo due mesi che la Dusty, ditta aggiudicataria dell’appalto, procede, in modo superficiale, alla distribuzione dei contenitori. Piuttosto – e sfido chiunque a smentirmi – è stata prestata maggiore attenzione alle comunicazioni telefoniche, con chiamate inoltrate da operatrici adeguatamente istruite, le quali portavano nelle famiglie il saluto del primo cittadino, sottolineando il suo sforzo per l’imminente avvio della raccolta differenziata».

Muraglie denuncia quindi non solo la mancata distribuzione a tutte le famiglie del kit utile alla raccolta differenziata, ma anche una campagna di informazione inadeguata. Per tale motivo il segretario del Pd si domanda «come in meno di sei giorni possa partire la tanto agognata raccolta differenziata se la maggior parte dei cittadini risulta sfornita di sacchi, secchielli, calendari, istruzioni e informazioni».

Dopo soli due mesi dall’affidamento ad una ditta esterna del servizio, secondo Muraglie, «si registra in città, già, il caos».

Il Partito democratico, è bene ricordarlo, si è sempre dichiarato contrario alla scelta politica dell’amministrazione comunale nel rendere esterno il servizio di raccolta rifiuti. In quanto, era ed è avviso dei rappresentanti del Pd, ciò comporterà una qualità scadente del servizio, oltre ad una spesa per il Comune di otto milioni di euro. Ed un probabile aumento della tassa sulla spazzatura, nonostante l’amministrazione si ostini a sostenere il contrario.