Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 840
ISPICA - 01/02/2010
Attualità - Ispica: l’atto adottato riguarda il personale, il regolamento degli uffici e quello dei servizi

Ispica: la giunta approva la nuova dotazione organica

È stato possibile evadere questo importante passaggio poiché il Comune non è in deficit e ottempera l’articolo 45 del decreto legislativo numero 504 del 1992

La Giunta municipale ha approvato la nuova dotazione organica. L’atto adottato riguarda il personale, il regolamento degli uffici e quello dei servizi con annesse mansioni e le modalità d’accesso alle qualifiche. È stato possibile evadere questo importante passaggio poiché il Comune non è in deficit e ottempera l’articolo 45 del decreto legislativo numero 504 del 1992. Nei fatti, sarà possibile inquadrare in modo definitivo le posizioni di dipendenti, dirigenti e assessori, «sistemandole» nei dettagli sotto il profilo legale. E, naturalmente, inizieranno ad aver vita quei concorsi interni, volti a meglio evidenziare le professionalità all’interno del Comune.

La nuova dotazione organica, si legge in una nota del Comune, era stata già concertata, prima dell’approvazione, con le Organizzazioni sindacali. Le analisi effettuate sono risultate congrue rispetto alle esigenze del Comune, in quanto mirano a razionalizzare l’impiego delle risorse umane, conseguono una sufficiente omogeneizzazione delle aree funzionali e rispondono alle esigenze dell’Ente di dotarsi di nuove funzioni previste dalla legge e di aprire all’utenza nuovi servizi.

«L’approvazione della nuova pianta organica – spiega il sindaco Piero Rustico – consentirà a breve di ottimizzare le risorse umane e sistemare nuovamente gli uffici in modo più congruo ed organico. Anche fornendo all’utenza servizi nuovi. Si tratta di una decisiva svolta per gli impiegati comunali, costituita dalla possibilità di avviare gli inquadramenti in ruolo del personale soprannumerario e le progressioni verticali dei dipendenti, i quali hanno fin troppo lungamente atteso questo importantissimo provvedimento».