Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 873
ISPICA - 29/11/2009
Attualità - Ispica: la riunione del Comitato provinciale ordine e pubblica sicurezza

Più Carabinieri ad Ispica. L´appello del sindaco al Prefetto

Rustico ha esposto la necessità di porre rimedio, con efficaci azioni di contrasto, ai fenomeni criminosi inerenti l’abbandono indiscriminato di rifiuti, gli atti di criminalità e vandalismo, i furti e le rapine commessi di recente

Aumentare il numero dei carabinieri nella locale stazione poiché la criminalità, ad Ispica, avanza indisturbata. È quanto richiesto dal sindaco Piero Rustico al prefetto Francesca Cannizzo durante la riunione del Comitato provinciale ordine e pubblica sicurezza.

Il sindaco ha esposto la necessità di porre rimedio, con efficaci azioni di contrasto, ai fenomeni criminosi inerenti l’abbandono indiscriminato di rifiuti, gli atti di criminalità e vandalismo, i furti e le rapine commessi di recente. Episodi, questi, che hanno turbato la quiete della comunità. Scaturisce da ciò la richiesta di potenziamento dell’organico in caserma, giudicato dal primo cittadino di numero inadeguato rispetto alla vastità del territorio comunale. Evidenziando la necessità di mantenere aperta 24 ore su 24 la stazione dei Carabinieri, piuttosto che chiudere il presidio alle 22 come attualmente avviene.

Il prefetto Cannizzo e le forze di Polizia hanno accolto l’istanza del sindaco, assicurando che verranno attuate, nelle more di un auspicabile, quanto difficile, potenziamento della stazione dei Carabinieri, tutte le misure atte a garantire una maggiore presenza di forze dell’ordine in nell’intero territorio comunale.

«Mi ritengo soddisfatto – ha dichiarato il sindaco Rustico – in merito a quanto statuito in sede di riunione del Comitato: ringrazio il prefetto e le forze dell’ordine per l’impegno e la vicinanza alla comunità ispicese che mi hanno assicurato. Ritenevo che fosse necessario restituire fiducia e serenità ai miei concittadini, i quali potranno certamente contare sulla disponibilità mostratami dalle istituzioni, che, ne sono certo, non mancheranno di fare sentire ancora più forte la presenza dello Stato nel nostro territorio».