Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1181
ISPICA - 02/10/2009
Attualità - Ispica: sentenza del giudice del tribunale di Modica

Ispica: Zurich condannata a pagare 120mila euro al comune

Per la vicenda dei lavori inerenti il consolidamento e il restauro di Palazzo Bruno di Belmonte

Il giudice del Tribunale di Modica, Francesco Lentano, ha condannato la «Zurich insurance company S.a.» al pagamento di 120 mila euro ed alla rifusione di tutte le spese del giudizio liquidate in circa 15 mila euro, oltre accessori, a favore del Comune di Ispica. Le valutazioni giuridiche del sindaco Piero Rustico sulla vicenda legata alla ristrutturazione di Palazzo Bruno, sede municipale, hanno quindi avuto il pieno riscontro dell’autorità giudiziaria, accogliendo le tesi difensive prospettate dal Comune.

La sentenza è stata emessa il 22 luglio scorso, ma è stata solo ieri comunicata al Comune.

In breve, i fatti. Il 16 dicembre 2002 il Comune ha appaltato i lavori inerenti il consolidamento e il restauro di Palazzo Bruno di Belmonte, conferendoli a «Casal spa», che, a garanzia dell’assolvimento degli obblighi contrattuali, rilasciava una polizza fideiussoria emessa dalla Zurich International Italia spa, oggi, Zurich Insurance Company S.a..

Nel dicembre 2003, la Casal spa cedeva al consorzio Aedars scarl il contratto stipulato con il Comune.

La Casal spa non ha effettuato alcuna attività lavorativa. Ha piuttosto chiesto un’anticipazione di somme sulla scorta di false certificazioni, avendo, di fatto, dissimulato una cessione di contratto vietata dal bando di gara. Per tale motivazione, il Comune ha fatto recapitare all’azienda la comunicazione che annunciava la rescissione del contratto. Ciò si verificava nell’agosto 2004, qualche mese dopo la dichiarazione di fallimento dell’impresa.

Il Comune, nel maggio 2005, ha attuato la garanzia fideiussoria assicurativa prestata dalla Zurich spa, senza ottenere tuttavia il pagamento di quanto garantito.

Effettuate le opportune valutazioni giuridiche, condivise dal Rup l’ingegnere Giovanni Solarino, è stata emessa un’ordinanza di ingiunzione il 13 luglio dello stesso anno, in danno della Zurich spa. Quest’ultima ha proposto formale opposizione, instaurando in questo modo il giudizio, ormai definito con la sentenza notificata ieri al Comune.

La Giunta municipale, adottando la delibera n. 133 del 22 novembre 2005, ha affidato la difesa del Comune nella controversia all’avvocato Alberto Moltisanti, il quale ha sostenuto in giudizio le valutazioni tecnico-giuridiche fatte dal Rup Solarino e dal sindaco Rustico, ottenendo per l’amministrazione un risultato eccellente.

«Si tratta di – ha dichiarato il sindaco Rustico – una sentenza pregevole dal punto di vista giuridico, per l’eccellente e minuziosa motivazione scritta dal giudice Lentano, che costituirà sicuramente in futuro un importante precedente giurisprudenziale sulla delicata, quanto complessa, materia oggetto della controversia. Non va dimenticato che, il Comune, oltre ad avere riconosciuto sostanzialmente un risarcimento danni di 120 mila euro, non sborserà alcuna somma per l’attività difensiva espletata nel suo interesse, stante la totale soccombenza della Zurigo spa».