Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1153
ISPICA - 01/10/2009
Attualità - Ispica: sul mezzo di soccorso del 118 fino al 7 gennaio 2010

Ispica: proroga del servizio di infermiere a bordo

Fino al 29 settembre, gli interventi effettuati dall’ambulanza sono risultati 202

Il servizio di primo soccorso fornito dall’infermiere a bordo dell’ambulanza 118 sarà prorogato, e quindi garantito, sino al prossimo 7 gennaio. Un documento, inviato dall’assessorato regionale alla Sanità, ha informato che il provvedimento diverrà esecutivo oggi stesso (per chi legge). Ha diffuso la notizia il consigliere Anna Maria Gregni (Mpa), madre dell’iniziativa.

Il mezzo di soccorso è stato medicalizzato il 15 giugno scorso. Fino al 29 settembre, gli interventi effettuati dall’ambulanza sono risultati 202.

Il servizio dell’infermiere si è rivelato risolutivo in molti casi, nei quali si è riusciti a non trasportare in ospedale diversi pazienti, evitando il disagio di un ricovero e i costi relativi alla degenza.

L’ambulanza è dotata di strumentazione sanitaria all’avanguardia. Si tratta di attrezzature utili alla rianimazione cardio – polmonare, meglio conosciuti come Bls. Fino al 15 giugno scorso, quelle «macchine per la vita» giacevano in disuso, in quanto il personale impiegato dal 118 non aveva le competenze adeguate per utilizzarle.

L’ambulanza, pertanto, pur essendo in grado di offrire supporti tecnici efficaci finalizzati al primo soccorso, era solo utilizzata come mezzo di trasporto per giungere in ospedale. E, la maggior parte del volte, non era possibile addirittura usufruirne poiché risultava trasferita, comprendo le assenze dei mezzi di soccorso che si trovavano in fermo tecnico dei vicini Presidi territoriali di emergenza (Pte).

«È bene ricordare – tiene ad evidenziare Gregni – le tappe che hanno consentito di ottenere l’indispensabile servizio di primo soccorso fornito dall’infermiere a bordo dell’ambulanza. Il 4 giugno, nel corso di un incontro nell’aula magna del Liceo classico «Curcio», insieme con l’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo, è stata annunciata l’istituzione, dal 15 giugno, della medicalizzazione del mezzo di soccorso sino al 1 di settembre. Il primo settembre, il servizio infermieristico è stato prorogato sino al 30 dello stesso mese. Adesso, l’ulteriore proroga del servizio fino al 7 gennaio 2010.

L’impegno di una migliore sanità – aggiunge – che ho assunto quattro mesi fa con gli ispicesi, continuerà adesso con maggiore risolutezza, nel tentativo che il servizio dell’infermiere a bordo dell’ambulanza sia istituito definitivamente. Ho accolto con piacere le parole riferitemi dal responsabile infermieristico del 118, Franco Lucifora, dicendomi della soddisfazione mostrata dai cittadini (pazienti e relativi familiari) per questo tipo di servizio. La proroga di altri tre mesi è giunta puntualmente, dimostrando che gli impegni assunti sono stati mantenuti».