Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 700
ISPICA - 02/09/2009
Attualità - Ispica: prorogato di un altro mese il servizio infermieristico sull’ambulanza del 118

Ispica: in appena 2 mesi ben 168 interventi di soccorso

Non è escluso che il servizio sia presto esteso anche ai mesi successivi

Garantiti 168 interventi di soccorso in poco più di sessanta giorni. La Regione, per questo motivo, ha ritenuto opportuno prorogare di un altro mese il servizio infermieristico sull´ambulanza del 118.

L’infermiere avrebbe dovuto terminare il servizio fornito a bordo del mezzo di soccorso entro il mese di agosto. Ma i positivi risultati ottenuti e «la sinergia fra Anna Maria Gregni (il consigliere del Mpa che ha ottenuto grazie ad una strenua lotta l’istituzione del servizio sull’ambulanza) e Francesco Lucifora, referente del settore infermieristico del servizio 118», hanno consentito il posticipo del servizio.

«Il dirigente generale Guizzardi – scrive il referente del settore infermieristico del servizio 118 – ha prorogato di un mese il servizio infermieristico sull´ambulanza, prendendo anche in considerazione la possibilità di garantire a tempo indeterminato – per sempre – la presenza di un infermiere sul mezzo di soccorso.

Ispica – evidenzia – è spesso stata una città teatro di gravi incidenti, anche mortali, specialmente sulla strada che si estende lungo Santa Maria del Focallo ( e vi si congiunge, per non parlare della statale 115 n.d.c.), soprattutto, durante il periodo estivo. Ho già predisposto – spiega – la turnazione per l´intero mese. Il lavoro dell´equipe della «Romeo bravo 3», in questo primo rotazione, non è stato per nulla semplice, anzi oltre modo impegnativo. Sono stati 168 gli interventi effettuati in poco più di 2 mesi e mezzo ed hanno servito anche i territori di Modica e Pozzallo, oltre quelli di Rosolini, Pachino. Ispica risulta infatti essere una città di confine, congiungendo la provincia di Ragusa a quella di Siracusa. Si è quindi trattato – conclude soddisfatto Lucifora - di interventi fuori bacino».

La Regione ha disposto la presenza di un infermiere a bordo dell’ambulanza 118 a partire dal 15 giugno. Il mezzo di soccorso ispicese risulta quindi medicalizzato da quella data. Ciò ha significato che le attrezzature utili al primo soccorso, non solo state finalmente usate, ma inoltre disposizione di mani esperte che abbiano saputo adoperarle. Per il momento, il servizio è stato esteso al solo mese di settembre, ma non è escluso sia presto esteso a quelli successivi.