Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 936
ISPICA - 10/08/2009
Attualità - Ispica: 9 contravvenzioni e la sanzione accessoria dell’obbligo alla rimozione dei rifiuti

Ispica: il sindaco dice "basta" alle discariche abusive

Incoraggianti i risultati ottenuti in una sola giornata dedicata ad arginare il fenomeno da parte della polizia municipale
Foto CorrierediRagusa.it

Nove contravvenzioni e la sanzione accessoria dell’obbligo alla rimozione dei rifiuti. In alcuni di questi casi, anche lo smaltimento sarà a carico di colori i quali hanno commesso l’illecito. Questi i risultati conseguiti dalla Polizia municipale in una sola giornata dedicata ad arginare il fenomeno delle discariche abusive. I controlli saranno intensificati fino a dopo ferragosto e verranno effettuati dagli agenti anche nelle ore notturne.

Rifiuti ingombranti e pericolosi, «sfalci» di potature e altro materiale illecitamente depositato in cassonetti e contenitori. E il sindaco Piero Rustico non ci sta. Mal tollera tale scempio ambientale, frutto dell’inciviltà (si spera) di pochi e ha dato disposizione al comandante della Polizia municipale, Giorgio Basile, di predisporre continui e mirati servizi su tutto il territorio (urbano e marittimo). Fra l’altro in ossequio all’ordinanza sindacale numero 14 dell’11 agosto 2006 rivolta alla repressione, quanto più drastica possibile, dell’abbandono indiscriminato di rifiuti solidi urbani e di rifiuti ingombranti e pericolosi.

Le sanzioni previste nell’ordinanza vanno da un minimo di 105 euro ad un massimo di 620 euro per il deposito illecito di rifiuti pericolosi o ingombranti. Mentre, per i rifiuti non pericolosi conferiti nei contenitori adibiti fuori dall’orario consentito, o agganciati ai balconi delle abitazioni, o ancora abbandonati ai margini della sede stradale e nelle vicinanze dei cassonetti, le multe variano dall’importo minimo di 25 euro a quello massimo di 155 euro.

Il sindaco Rustico ha inoltre disposto il raddoppio, almeno fino a dopo ferragosto, dei turni rivolti al contrasto delle formazione di discariche, prevedendo servizi specifici anche nelle ore notturne. «Il provvedimento – ha infatti spiegato il primo cittadino – si è reso necessario a causa delle continue trasgressioni constatate dalla Polizia municipale e dagli stessi cittadini, che, soprattutto nel periodo estivo, si moltiplicano a dismisura ed accrescono in pericolosità, sia in termini di igiene che di ingombro delle carreggiate.

Pertanto, ho ritenuto doveroso intervenire, dando mandato alla Polizia municipale d’intensificare i controlli e, qualora venga accertata un’infrazione, punire i trasgressori con le sanzioni previste. Ritengo che – conclude – i comportamenti errati vadano sempre sanzionati, ancor di più se questi minacciano la salute e l’incolumità pubblica, l’ambiente nonché il decoro, di cui la nostra città è sempre stata fiero esempio».

(Nella foto in alto il sindaco Piero Rustico e il comandante della Polizia municipale Giorgio Basile)