Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 824
ISPICA - 26/05/2009
Attualità - Ispica: concorso di poesia al "Kennedy"

Salvatore Quasimodo ispira gli studenti di Ispica

Su 45 partecipanti vincono Maria Grazia Capuano, Giuseppe Lentinello, Amel Bejaoui e Ylenia Agosta
Foto CorrierediRagusa.it

Le poesie di quattro studenti del liceo linguistico provinciale «Kennedy» sono state premiate al concorso «Salvatore Quasimodo - La terra impareggiabile». Si tratta di Maria Grazia Capuano, Giuseppe Lentinello, Amel Bejaoui e Ylenia Agosta. Si sono classificati tra i primi quindici finalisti, su oltre quattrocento partecipanti.

«Quarantacinque finalisti – precisa, modesta, la professoressa Laura Gennuso – su oltre quattrocento partecipanti, hanno ricevuto mercoledì scorso i rispettivi premi durante la cerimonia di premiazione del concorso «Salvatore Quasimodo – La Terra Impareggiabile». La kermesse si è svolta nel prestigioso teatro «Garibaldi» di Modica. Inutile dire che la soddisfazione è la gratificazione del nostro ruolo di insegnanti, grazie a questa vittoria, ha raggiunto e superato la vetta dell’aspettativa».

Si tratta della prima edizione del premio, destinato alle scuole elementari, medie e superiori della provincia di Ragusa. È stato organizzato su iniziativa del caffè letterario «Quasimodo» di Modica. La cerimonia è stata allietata dall’orchestra e dal coro dell’istituto comprensivo «Ciaceri» di Modica, accompagnati dal maestro Filippo Aiello, dalla professoressa Loredana Vernuccio e dalla professoressa Grazia Iacono.

Gli attori Fatima Palazzolo e Marcello Sarta hanno recitato al pubblico i componimenti più pregevoli, scritti dagli studenti delle scuole dell’intera provincia.

Per la sezione scuola media superiore, come anticipato, si sono classificati tra i primi quindici finalisti Capuano, Lentinello, Bejaoui e Agosta.

Il dirigente scolastico Angelo Fortuna e le professoresse Giuseppina Ferro e Laura Gennuso, le quali hanno guidato i ragazzi nel componimento poetico, hanno voluto evidenziare «la sensibilità mostrata dagli studenti in questa esperienza letteraria. In un’epoca pervasa da internet e governata dai mass media, hanno dimostrato che l’interesse per la poesia non è ancora tramontato».

«La poesia – afferma la professoressa Gennuso - non è morta. Continua a vivere nei cuori di tanti giovanissimi che leggono e scrivono poesie perché, come diceva Keating, apparteniamo alla razza umana e la razza umana è piena di passioni».