Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1192
ISPICA - 28/10/2007
Attualità - Ispica - Record di longevità nel paese dei nonnini centenari

Complimenti: la signora
ha fatto cento!

Giovannina Favi si è aggiunta alla lunga lista di "matusalemme" Foto Corrierediragusa.it

Giovannina Favi (nella foto) ha compiuto cento anni. La signora è la seconda centenaria ad Ispica. L’ha preceduta a gennaio il signor Pietro Genovese.

Risultano invece tre gli ultracentenari nella cittadina. Colei che ha raggiunto il picco d’età maggiore è Cristina Canonico che detiene ben due primati. In primis, è stata la prima insegnate di scuola materna ad Ispica. Poi, rimane insuperato il suo record dei 103 anni.

Peraltro, la maestra Canonico vive beata una seconda giovinezza, in quanto gode di buona salute, è lucidissima e tiene alla cura della sua persona non trascurando quel pizzico di vanità tutta femminile. Insomma, rappresenta un’icona in tutti i sensi.

Più giovane di un anno della maestra Canonico è la signora Lucia Colosi. I suoi 102 anni sono ben portati, segno di una maturità vissuta bene fisicamente e mentalmente.

La signora Orazia Assenza è invece colei che ha da poco compiuto 101 anni. Anche per lei superare il traguardo dei cento non è stato «faticoso». Sovviene, a questo punto, quel antico detto riferito ai longevi ed ai sani e robusti di costituzione che non a caso recitava:«Fatti di pasta antica».

Un ricordo sembra quasi doveroso riservarlo a Grazia Spatola spirata poco tempo fa. Anche questa signora era parte integrante del «club» degli ultracentenari. Il giorno della sua morte porta la firma di una strana, quanto incredibile coincidenza. La «nonnina» ispicese ha infatti esalato il suo ultimo respiro il giorno del suo compleanno. Ha raggiunto il traguardo del 103. anniversario, ma non ha potuto spegnere le candeline della torta che erano soliti farle omaggio i familiari.

La signora Spatola, diversi mesi prima dalla sua scomparsa, fu interrogata sulla ricetta della sua longevità. Rispose che «era la serenità la forza che fa affrontare la vita e di vivere giorno per giorno, affrontando la propria esistenza così come viene».

Da un’indagine effettuata, peraltro non isolata, è risultato che la Sicilia è la regione con la maggiore presenza di longevi. Ed in fondo Ispica ne è la testimonianza: e se fosse davvero custodito in questa ridente città, remoto angolo del mondo, il segreto della longevità?