Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 620
ISPICA - 05/05/2009
Attualità - Ispica: non tutto è filato liscio per l’ultima edizione di «Carotispica»

Ispica: carote e polemiche, la rivalsa degli esclusi

Il produttore Giovanni Milana si è sentito tagliato fuori dalla kermesse. L’indignazione del segretario del Pd Pierenzo Muraglie
Foto CorrierediRagusa.it

Le polemiche hanno chiuso il sipario di «Carotispica», nonostante Giovanni La Via, assessore ragionale all’Agricoltura, si sia congratulato con l’amministrazione comunale per l’iniziativa intrapresa. La manifestazione è quest’anno durata soli due giorni, sabato e domenica scorsi, ed è nata quattro anni fa con lo scopo di valorizzare ogni forma di produzione locale che promuova la carota novella ispicese, un ortaggio che rappresenta un unicum per le qualità organolettiche.

Giovanni Milana, titolare di una delle poche aziende agricole ad essere presenti nei mercati nazionali ed europei commerciando carota novella ispicese con un proprio marchio e la tracciabilità della provenienza «Ispica», accusa il Comune «d’averlo escluso dalla manifestazione». Gli inviti sono stati in effetti estesi a sole sette aziende che hanno costituito il comitato organizzatore di «Carotispica».

Milana, in sostanza, in un documento divenuto manifesto, ha lasciato intendere che gli inviti siano stati legati a mere questioni politiche e non al rilancio dell’economia agricola locale. «Forse – si domanda Milana – il motivo per cui non mi è giunto l’invito è da ricercare nell’azione politica del consigliere comunale Salvatore Milana? (Giovanni Milana è il padre del consigliere espressione della maggioranza ma strenuo oppositore del sindaco Piero Rustico n.d.c.). Non sono in grado – aggiunge – di rispondere a tale quesito, ma i cittadini in modo probabile si. Il dato certo riguarda il fatto che, oltre alla mia, altre aziende non hanno avuto le stesse opportunità dei partecipanti alla sagra della carota».

L’imprenditore ha però partecipato alle passate edizioni di «Carotispica». «Negli anni scorsi – tiene a precisare Milana – ho fornito gratuitamente carota novella ispicese, mettendo a disposizione la mia professionalità. La manifestazione – conclude – è costata quasi 55 mila euro. Una cifra sborsata per la maggior parte dagli ispicesi. Dovrebbe esser invece finanziata dalle aziende locali che producono carote, senza sostegno economico che derivi dal Comune. Da anni propongo quest’idea e forse anche per tale motivo sono stato escluso».

Il Partito democratico, riferendosi a «Carotispica», diffonde un documento dove scrive di «un totale disastro poiché non ha attratto i turisti e neanche gli ispicesi più di tanto, rivelando l’incapacità dell’amministrazione che ha relegato una manifestazione dedita al rilancio dell’immagine della città e del suo prodotto tipico ad una sagra di paese».

«Attendiamo che – scrive il segretario del Pd Pierenzo Muraglie – il sindaco Rustico e l’«invisibile» assessore allo Sviluppo economico, Marco Genovese, forniscano i «numeri» prodotti da «Carotispica». In sostanza – conclude – non è stato ancora possibile sapere quanti pasti siano stati consumati. E quante persone abbiano scelto le escursioni a cavallo organizzate per l’occasione, abbiano mangiato nella «galleria» allestita in piazza Regina Margherita e si siano recate al Parco Forza. Per il momento la 4. edizione di Carotispica sarà ricordata per l’ingente cifra spesa e per l’affissione selvaggia di manifesti».


"CAROTISPICA? UN DISASTRO COSTATO AGLI ISPICESI OLTRE 50MILA EURO". L´INDIGNAZIONE DEL SEGRETARIO CITTADINO DEL PD PIERENZO MURAGLIE

"La quarta edizione di Carotispica non può, purtroppo, che essere definita un totale disastro". Lo dichiara il segretario cittadino del Pd Pierenzo Muraglie, secondo cui "questo ennesimo fallimento dell’amministrazione Rustico è costato agli ispicesi qualcosa come 54mila 260 euro".

"La città di Ispica - scrive Muraglie - nelle tante manifestazioni che hanno animato il ponte del 1 Maggio in provincia di Ragusa, è fanalino di coda per presenze turistiche. Mentre le città di Modica e Pozzallo (quelle a noi più vicine) sono invase da turisti, ad Ispica la desolazione regna sovrana. La quarta edizione di Carotispica non ha attratto i turisti e neanche gli ispicesi più di tanto.

L’incapacità dell’attuale amministrazione - prosegue Muraglie - ha relegato quella che dovrebbe essere una manifestazione finalizzata al rilancio dell’immagine della città e del suo prodotto tipico ad una sagretta paesana. Perché? Certamente per una proposta assai scarsa e ripetitiva.

Ci domandiamo se il Sindaco Rustico avrà l’umiltà di chiedersi le ragioni di un flop senza precedenti, e soprattutto se in futuro avrà la bontà e l’accortezza di ascoltare i suggerimenti di chi lo invita a non sperperare i soldi degli ispicesi in promozione ed iniziative che non producono ricadute positive per l’economia locale e per il rilancio dell’agricoltura.

Non sarebbe più opportuno investire i soldi degli ispicesi in qualcosa di più concreto soprattutto in una fase in cui le famiglie vivono profonde difficoltà economiche?

Quante migliaia di pasti sono stati consumati? Quante centinaia di persone hanno scelto le escursioni a cavallo nel territorio ispicese? Quante centinaia di persone hanno mangiato in «galleria» ? Quante centinaia di persone si sono recate al Parco Forza? Aspettiamo di sapere. Per il momento - conclude il segretario del Pd - quest´ultima edizione di Carotispica sarà ricordata per l’ingente cifra spesa e per la selvaggia campagna di manifesti".

(Nella foto in alto il sindaco di Ispica Piero Rustico)