Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 913
ISPICA - 01/04/2009
Attualità - Ispica: la kermesse sulla letteratura musicale della settimana Santa in Sicilia

Ispica: Amore direttore artistico rassegna bandistica

La quarta edizione si svolgerà il 7 aprile. Sfileranno 200 musicisti di bande musicali

Giannino Amore sarà il direttore artistico della rassegna bandistica «Città di Ispica». Giunta ormai alla quarta edizione, la kermesse sulla letteratura musicale della settimana Santa in Sicilia si svolgerà il 7 aprile. Sfileranno 200 musicisti di bande musicali provenienti da ogni parte della Sicilia nelle vie del centro storico e nella basilica dedicata all’Annunziata.

Il sindaco Piero Rustico ha nominato Amore (direttore della banda ispicese) poiché si tratta in primis di un plurititolato maestro musicale, poi, per la comprovata esperienza e, infine, per l’impeccabile direzione effettuata anche nelle precedenti edizioni.

Amore ha accettato l’incarico gratuitamente, riconoscendo in questo modo all’arte una valore che esula dai compensi, in un mondo dove ormai tutto possiede un costo.

La rassegna bandistica è diventata un evento musicale regionale che si inserisce perfettamente nella suggestiva settimana Santa ispicese. «I punti cardine – spiega Amore – sono la valorizzazione della letteratura musicale elegiaca della zona di provenienza delle bande partecipanti, la scoperta di un patrimonio musicale vasto, ma «sotterraneo», finalmente possibile da divulgare e, infine, l’esposizione delle marce sotto forma di concerto: i convenuti ascolteranno la banda e non parteciperanno ad una processione».

Il livello delle bande partecipanti si innalza sempre più e, quest’anno, si aggiungono quelle di altre due province: Agrigento e Trapani. La prima è rappresentata dalla banda interprovinciale «Joppolo Giancaxio – Santa Elisabetta» e la seconda dalla banda di Buseto Palizzolo.

«La distanza – sottolinea Amore – dalla quale provengono le bande, nonché la qualità delle stesse, è un chiaro indice della risonanza della rassegna bandistica ispicese. D’altronde il repertorio funebre – elegiaco rappresenta un caposaldo della tradizione bandistica meridionale per due motivi: il lirismo melodico che caratterizza le elegie funebri attinge dal romanticismo musicale ottocentesco (interprete ineguagliato di questa tendenza è stato il catanese Vincenzo Bellini ); per oltre un secolo (dalla metà dell’800 fino agli anni ‘70 del secolo scorso), il repertorio bandistico è stato dominato dalle «riduzioni» per banda che scaturivano dal repertorio lirico sinfonico, genere musicale vicino a quello elegiaco. Ciò ha determinato uno spontaneo approdo della banda verso questo tipo di letteratura musicale, vista la naturale affinità fra i due generi».

I brani che presenterà in rassegna la banda di Ispica sono «Triste mattino» e «Passione».

«Triste mattino» è stato composto del maestro ispicese Francesco Iozzia. È stato direttore della banda dal 1974 al 2004. Ha scritto l’opera musicale nel 1993 in memoria della madre.

«Passione» è stata composta dal maestro Giannino Amore, nel 1990, a 26 anni.

«La rassegna bandistica – conclude il sindaco – si pone il medesimo scopo di ogni forma d’arte: quello di sviluppare l’amore per la conoscenza e fortificare il legame con il proprio territorio».