Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 925
ISPICA - 21/01/2009
Attualità - Ispica - Intervento di Anna Maria Gregni e Salvuccio Rustico

Ispica: troppe strade danneggiate

I due consiglieri suggeriscono un piano preventivo di recupero e di rifacimento delle strade cittadine Foto Corrierediragusa.it

Ispica risulta «costellata» da strade vetuste o danneggiate dal maltempo che imperversa inesorabile da due mesi a questa parte. Sul problema sono intervenuti i consiglieri Anna Maria Gregni (Mpa) e Salvuccio Rustico (indipendente). Quest’ultimo ha proposto al Comune di istituire un numero telefonico, o un link sul sito web dell’ente, atto alla ricezione delle segnalazioni e delle richieste di manutenzione. E di disporre annualmente un piano preventivo di recupero e di rifacimento delle strade cittadine.

Gregni, sull’ormai annosa questione, ha presentato una mozione in consiglio comunale ed ha prodotto un dossier fotografico, mostrando lo scempio stradale.

Rustico è invece intervenuto attraverso un’interrogazione. Nel documento fa riferimento alle «numerose strade, in campagna e nel centro urbano, che necessitano di urgenti interventi di manutenzione». E richiede «una risposta scritta al sindaco Piero Rustico».

L’interrogazione è stata presentata il 15 gennaio, tutt’oggi non ha ricevuto risposta.

Il consigliere ha evidenziato che «dove s’effettuava il rifacimento del manto stradale i lavori sono stati interrotti, ragion per cui molte arterie come le vie Raffaello, Vittorio Veneto, Duca degli Abruzzi e molte altre che con esse si intersecano si presentano piene di buche e con quei sassi che si sollevano, diventando pericolosi per gli automobilisti e i pedoni».

Secondo Rustico, risponde inoltre ad una «necessità attivare un piano di interventi volti a migliorare la sicurezza stradale, intervenendo anche sulla segnaletica verticale e su quella orizzontale».

Il rappresentante dell’opposizione, nel documento, interroga infine l’amministrazione comunale su quali siano state le ragioni che hanno determinato l’interruzione, e quindi i ritardi, nel rifacimento del manto stradale nelle citate arterie cittadine».