Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1230
ISPICA - 04/11/2008
Attualità - Ispica - Illuminate le arterie dalla città alla zona balneare

Ispica: impianto pronto, e la luce fu

Per la sicurezza di residenti e automobilisti
Foto CorrierediRagusa.it

Risulta all’avanguardia e sarà presto ultimato l’impianto di illuminazione che collega la città con la zona balneare.

Coprirà, in sostanza, quasi tutto il tratto di strada interessato ed è stato possibile installarlo, usufruendo dei 500 mila euro finanziati dalla Regione. Una somma stanziata attraverso l’accordo di programma quadro, definito «Azioni pilota nelle aree periferiche a rischio di marginalizzazione». L’impianto è stato progettato dall’ingegnere Alfredo Genovese.

«La celere installazione dell’impianto – ha tenuto a precisare il sindaco Piero Rustico (nella foto) – è volta alla salvaguardia della sicurezza degli automobilisti e dei residenti in quella zona».

La peculiarità dell’impianto saranno le armature stradali di nuova concezione, equipaggiate con sorgenti al sodio da 150 watt, ad alta pressione, installate su supporti che toccano i 10 metri d’altezza e distanti 34 metri gli uni dagli altri.

La scelta di armature all’avanguardia, dotate di un reattore elettronico e di un vetro autopulente, pur se dispendiose, hanno consentito di illuminare il 40 per cento in più della strada interessata. L’interdistanza è stata infatti spostata da 25 metri (come richiede un’armatura classica) a 34 metri e dai 150 punti luce necessari è stato invece possibile effettuarne soli 107.

L’impianto sarà inoltre gestito da tre quadri elettrici di alimentazione e di controllo in corrispondenza alle tre forniture di energia: la prima fornitura è già esistente, ma dovrà essere potenziata e si trova nei pressi di Santa Maria del Focallo; la terza fornitura esiste anch’essa, anche in questo caso risulta da potenziare ed è collocata all’interno della struttura a ridosso del depuratore comunale; la seconda fornitura, infine, sarà presto installata fra le prime due.

Un terzo dell’impianto, in particolare quello che si riferisce alla terza fornitura, è stata integrata con dei pannelli fotovoltaici. In tal modo si potrà usufruire dello scambio sul posto previsto dal «conto in energia». Sarà in sostanza realizzato, secondo le procedure del nuovo decreto del febbraio 2007, un impianto fotovoltaico che cede di giorno energia elettrica all’Enel, azzerando i costi dell’energia utilizzata nelle ore notturne dall’impianto.

«Si tratta – spiega Luigi Ruffino, assessore ai Lavori pubblici – di un impianto moderno che ben si collega a quello installato sulla provinciale 67, lungo la strada Ispica - Pozzallo. Un progetto lungimirante nei costi di gestione, data l’installazione del foto voltaico, che pone Ispica all’avanguardia nelle politiche ambientali».