Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 609
ISPICA - 08/09/2016
Attualità - Si aggiunge alla fava cottoia di Modica, al fagiolo cosaruciario di Scicli e al cavolo di Rosolini

Il sesamo di Ispica è presidio "Slow Food"

Sarà presente al salone del gusto «Terra madre» che si tiene a Torino dal 22 al 26 di questo mese Foto Corrierediragusa.it

Il sesamo di Ispica diventa presidio Slow Food. Si aggiunge alla fava cottoia di Modica, il fagiolo cosaruciario di Scicli e al cavolo di Rosolini che sono gli altri presidi tipici del territorio. La Camera di Commercio ha dato comunicazione ufficiale al sindaco Pierantonio Muraglie dell’avvenuta sottoscrizione dell’accordo con il movimento fondato da Carlo Petrini e dell’assegnazione del contrassegno «Presidio Slow Food» all’associazione «Ghiugghjulena».

Il presidente Fabio Gambuzza ha rilevato che gli ettari nei quali viene coltivato il sesamo sono già 20 e che la prima produzione avverrà tra la fine del mese e la metà di Ottobre. Il sesamo siciliano ha una storia tutta ispicese perché fino agli anni 40’ ben 400 ettari dei 450 coltivati in Sicilia si trovavano nell’agro di Ispica grazie alla bontà dei terreni alluvionali che trattenendo l’acqua consentivano la migliore produzione del sesamo. Nel dopoguerra a causa delle difficoltà nella coltivazione del prodotto alcuni agricoltori hanno continuato mantenendo la tradizione.

Un anno fa 19 produttori non solo di Ispica ma anche di Rosolini, Modica, Scicli e Pozzallo insieme a de operatori nel campo della produzione di dolci si sono riuniti formando l’associazione mantenendo in vita così un prodotto che trova nell’ispicese il suo migliore contesto ambientale. Il riconoscimento Slow Food è un premio a chi ha creduto in questa sfida. Il presidio «Sesamo di Ispica» sarà presente con un suo stand dedicato al salone del gusto «Terra madre» che si tiene a Torino dal 22 al 26 di questo mese.