Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1190
ISPICA - 12/05/2015
Attualità - Sono ben 4 i campioni iblei ai «Giochi matematici del Mediterraneo»

Salvatore Mozzicato piccolo matematico affermato!

L’ispicese di 8 anni ha guadagnato il podio più alto Foto Corrierediragusa.it

L’ispicese Salvatore Mozzicato (foto) sale sul gradino più alto del podio nazionale degli annuali «Giochi matematici del Mediterraneo» disputati sabato scorso a Palermo, organizzati dall’«Accademia italiana per la promozione della matematica «Alfredo Guido»». Salvatore, 8 anni, piccolo d’età ma «grande» d’intelletto, si è guadagnato il titolo di campione nazionale, classificandosi primo nella sua categoria (insieme con gli altri sette primi posti pari merito per ciascuna classe di riferimento) tra gli 800 finalisti, sui 114mila partecipanti iniziali provenienti da 362 scuole italiane. Il giovane Mozzicato, nella sua categoria, ha in sostanza sbaragliato 100 avversari, consegnando in modo esatto tutti e dieci i difficilissimi quesiti da risolvere in soli venti minuti su un’ora di tempo a disposizione. Il sindaco Piero Rustico gli conferirà un’onorificenza nell’aula consiliare di palazzo Bruno di Belmonte. La vittoria di Salvatore e l’onorificenza al bimbo che gli conferirà il primo cittadino riempiono d’orgoglio mamma Cristina e papà Paolo, che, con umiltà, non si lasciano però travolgere dall’entusiasmo e rimangono coi piedi ben piantati per terra nonostante la soddisfazione regalata dal figlio.

Salvatore, frequenta la terza elementare della scuola «Padre da Pietralcina», iscritta alla competizione di matematica. Il bambino si era guadagnato la finale nazionale il 4 marzo scorso, classificandosi primo alla finale provinciale (area territoriale), cui convergevano tutte le province siciliane, di fatto una competizione regionale. Su otto differenti categorie, sono stati ben quattro i campioni iblei a guadagnarsi la finale nazionale palermitana, classificandosi primi. Fra questi, due ispicesi: il giovane Mozzicato appunto e il piccolo Mattia Dibenedetto. I quattro iblei qualificati hanno rappresentato quel «contingente fisso», che partecipa di diritto alle finali nazionali. Alla finale nazionale, i 100 concorrenti per ogni categoria sono invece suddivisi in un «contingente proporzionale» di allievi, che garantisce una partecipazione, appunto, proporzionale dei concorrenti di ciascuna regione italiana.

La proporzione è calcolata sulla base della partecipazione alla qualificazione d’istituto per ogni categoria (la prima selezione avviene infatti nelle gare interne alle scuole) e i concorrenti selezionati a partire da coloro che si sono qualificati al secondo posto nelle finali provinciali e nelle posizioni successive fino al completamento dei posti riservati al contingente proporzionale di ogni regione. Ogni area territoriale non può naturalmente eccedere gli otto partecipanti, qualsiasi sia il numero complessivo degli allievi che hanno partecipato alla qualificazione d’istituto.