Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1335
ISPICA - 18/07/2014
Attualità - Le auto sfrecciano a velocità elevata

Via di fuga o autodromo? Incidenti in via Sulla a Ispica

La denuncia dei residenti è stata raccolta dai rappresentanti del Partito democratico Foto Corrierediragusa.it

Via di fuga sud alla stregua di un autodromo. Seppur senza gravi conseguenze, si sono già verificati incidenti in via Sulla (foto). I residenti insorgono: giorno e notte, stando alle testimonianze, è possibile assistere al passaggio di auto e di moto che percorrono la strada, lanciandosi a folle velocità. Il problema è vecchio, ma s’è accentuato dopo l’apertura della via di fuga sud, già, oggetto di polemiche poiché la realizzazione è stata frutto di una selvaggia cementificazione ai danni di Cava Salvia che costeggia. La via di fuga si trova sul lato sud della città. È larga 12 metri. S’estende per circa 642metri sulla direttrice est – ovest del prolungamento di via Sulla, partendo dall’incrocio di Forlì, congiungendo la strada d’accesso allo stadio «Moltisanti». Il rettilineo di via Sulla e il suo prolungamento (la via di fuga) rappresentano quindi l’ideale autodromo degli irresponsabili, fanatici delle corse automobilistiche e motociclistiche.

La denuncia dei residenti in via Sulla è stata raccolta dai rappresentanti del Partito democratico, evidenziando che le corse«si verificano sempre con maggiore costanza.I residenti esprimono preoccupazione dato che si sono già registrati incidenti sia pure senza gravi conseguenze. Urge – sottolineano – un immediato intervento da parte delle autorità competenti per bloccare le scorribande» diurne e notturne.

Il pericolo è incombente. L’incolumità dei residenti a rischio. In via Sulla, infatti, si svolge l’estivo Grest, ci sono la scuola materna e la parrocchia San Giuseppe, un chiosco bar – panineria ed una pizzeria. Il quartiere è densamente popolato e frequentato non solo dalle centinaia di avventori del chiosco e della pizzeria, ma anche da moltissimi bambini e decine di persone che fanno jogging e running.Senza contare il fatto chela strada non è bene illuminata. Il Pd ritiene quindi«opportuno segnalare il disagio affinché l’Amministrazione comunale e chi di competenza intervengano nell’adottare tutte le misure necessarie per arrestare da subito il pericoloso fenomeno. Siamo pronti a sostenere – concludono – le azioni che i cittadini residenti vorranno intraprendere».
Il problema è di ardua risoluzione, in quanto i carabinieri, oltre ad effettuare l’ordinario e lo straordinario in carenza d’organico, si trovano spesso a fronteggiare casi di competenza della Polizia municipale. Sarebbe auspicabile una proficua collaborazione.