Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 931
ISPICA - 01/06/2008
Attualità - Ispica - L’associazione di volontariato «Futura» si è rivolta all’Ausl 7

Ispica: Primo soccorso ai clandestini

Forniti le attrezzature e il materiale sanitario necessari Foto Corrierediragusa.it

L’associazione di volontariato «Futura», ha chiesto la collaborazione dell’Ausl 7 per ricevere le attrezzature e il materiale sanitario necessari a prestare il primo soccorso ai clandestini che sbarcano in massa sulla costa Iblea. La richiesta è stata accolta e la strumentazione utile a fornire le prime cure subito fornita.

Il dottor Raffaele Elia, direttore sanitario dell’ospedale «Maggiore» di Modica, ha consegnato quanto occorreva ai volontari dell’associazione «Futura» e cioè al presidente Marco Camarrone, ai responsabili del settore sanitario Federica Vassallo e Giuseppe Gianì e a Massimo Dibenedetto, presidente del Consiglio comunale e uno dei fondatori dell’associazione. «Mi congratulo con ? ha tenuto a dire Camarrone ? i responsabili Vassallo e Gianì per l’iniziativa che hanno posto in essere».

«Ho subito accolto ? ha invece dichiarato il dottor Elia ? la richiesta dei volontari dell’associazione Futura perché faceva trasparire la volontà di aiutare, in modo disinteressato, il prossimo, chi sta male e, soprattutto, gli «ultimi». Questo modo di agire è quello messo in attoi dagli operatori dell’ospedale Maggiore di Modica e, permettetemi di dirlo, anche da me personalmente. Proprio per questo vi è stata la piena condivisione dell’iniziativa. Ringrazio il presidente del Consiglio comunale Dibenedetto per aver fatto da testimone istituzionale a questo momento».

(Nella foto da sx Massimo Dibenedetto, Raffaele Elia e i volontari dell´associazione Futura)