Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1339
ISPICA - 08/05/2008
Attualità - Ispica - La piaga affligge il litorale ispicese in vista dell’estate

Mare e discariche abusive:
pessimo biglietto da visita

Presente l’eternit, notoriamente nocivo per la salute Foto Corrierediragusa.it

Materiale ingombrante, elettrodomestici abbandonati in aree non idonee, materiale di risulta dell’edilizia e pneumatici: sono i rifiuti che «alimentano» le numerose discariche abusive. Si possono «ammirare» a poche centinaia di metri dal litorale di Santa Maria del Focallo e anche sul territorio di Marina Marza. Denunciano il fatto, per l’ennesima volta, i rappresentanti del Partito democratico. Ad onor del vero, gli esponenti del partito sono tornati alla carica con il problema legato alle discariche abusive, volutamente, dopo la recente competizione elettorale. Non volevano che tale grave questione fosse strumentalizzata per meri fini propagandistici.

«Dopo un attento sopralluogo ? spiega in una nota Pierenzo Muraglie, segretario del Pd ? abbiamo registrato il solito e incontrastato abbandono che, purtroppo, non rappresenta una novità, bensì una costante, soprattutto, lungo le vie interne di Marina Marza. ? stato ancora allarmante ? evidenzia ? il rinvenimento, in una discarica abusiva, di vecchi recipienti in «eternit» distrutti, i cui resti giacciono su un terreno. La pericolosità dei prodotti in cemento-amianto ? sottolinea Muraglie ? è dovuta alla possibile liberazione di fibre di amianto che normalmente sono legate alla malta del cemento. Tutti conoscono la pericolosità del materiale in questione non solo per la salute dell’uomo ma anche per l’ambiente. La nostra denuncia è ? precisa ? ovviamente documentabile con un dossier fotografico che, come sempre, ci siamo premurati di produrre. Chiediamo, pertanto, l’immediato intervento dell’amministrazione comunale e, in particolare, dell’assessore all’Ambiente, Cesare Pellegrino, affinché si ponga rimedio con urgenza alla situazione descritta».

Il litorale di Santa Maria del Focallo, già, subisce il problema dell’erosione della fascia costiera. Una situazione che, purtroppo, inficia lo sviluppo turistico della città. Oltre questo, secondo i rappresentanti del Pd, la costa «versa in uno stato di assoluto degrado. Le responsabilità del sindaco Piero Rustico ? accusa Muraglie ? e dei suoi assessori sono chiare. Vorremmo conoscere le iniziative che l’amministrazione intraprenderà per arginare il degrado ambientale a Marina Marza, considerato che le ripetute operazioni di bonifica si sono rivelate uno strumento inadeguato, in quanto risolvono il problema solo nell’immediato».

Le discariche abusive rinvenute ripropongono in tutta la sua drammaticità il problema ambientale sul litorale, che non sono un fenomeno stagionale. L’assessore Pellegrino si è sempre preoccupato di bonificare le discariche abusive e, in ogni opportuna occasione, si è preoccupato di lanciare un messaggio ai cittadini: l’invito alla civiltà.