Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1071
ISPICA - 07/05/2008
Attualità - Ispica - I tagli alla sanità pubblica interessano tutta l’Isola

A rischio la guardia medica
di Santa Maria del Focallo?

Dovrebbero essere in tutto soppressi 43 presidi Foto Corrierediragusa.it

Saranno effettuati tagli alla sanità pubblica dai quali scaturirà la soppressione di 43 guardie mediche: tra queste potrebbe esserci quella di Santa Maria del Focallo. Si tratta di uno dei tre provvedimenti, gli altri riguardano la riduzione dei posti letto negli ospedali e la dismissione di trenta ambulanze, che avrebbe dovuto adottare il governo della Regione a cui faceva capo Totò Cuffaro e che, da ieri, sono al vaglio del presidente Raffaele Lombardo.

A paventare la possibile soppressione di 43 guardie mediche, quale punto di partenza del piano di rientro sanitario regionale, è stato il capo di gabinetto del presidente Lombardo mediante una dichiarazione sui giornali. Da qui, la preoccupazione della cittadinanza ispicese per l’infausta sorte che potrebbe toccare al presidio sanitario turistico di Santa Maria del Focallo.

I primi a scendere in campo, occupandosi del problema inerente alla Guardia medica marittima ispicese sono i rappresentanti del Partito democratico. «L’allarme sulla questione ? scrive in una nota Pierenzo Muraglie segretario del Pd ? è stato già lanciato dal deputato Roberto Ammatuna, nella speranza di scongiurare il blocco delle aperture delle guardie mediche turistiche che garantiscono, nel periodo estivo, i servizi di emergenza nella fascia costiera della provincia di Ragusa. In particolare ? evidenzia Muraglie ? è opportuno ricordare che in estate sia il litorale di Santa Maria del Focallo che l’entroterra della Marina di Ispica sono zone assai popolate da migliaia di famiglie della città e da tantissimi turisti. Riteniamo che ? denuncia Muraglie ? gli sprechi della sanità regionale, che hanno determinato per il settore una situazione finanziaria disastrosa, non debbano ricadere sulle spalle dei cittadini con il taglio di servizi di emergenza e urgenza».

Inutile ribadire che mantenere il presidio sanitario turistico assume un valore di vitale importanza. Senza contare il fatto che centinaia di famiglie ispicesi risiedono stabilmente sulla costa. Pertanto, questi cittadini non usufruirebbero nemmeno nella stagione estiva del primo soccorso, considerato che l’ospedale più vicino si trova a oltre trenta minuti di auto.

«Da subito ? conclude nella nota Muraglie ? sollecitiamo il sindaco Piero Rustico ad accertare lo stato dei fatti con l’assessorato regionale alla Sanità e a rassicurare i cittadini sul punto in questione. Qualora si paventasse una chiusura della guardia medica turistica di Santa Maria del Focallo non escludiamo azioni di protesta».