Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1055
ISPICA - 23/09/2013
Attualità - Il Consiglio comunale non è riuscito a raggiungere un accordo

Non passa a Ispica la modifica dello statuto comunale

Il problema è stato rimandato alla prossima riunione consiliare

Non passa la modifica dello Statuto comunale. Il Consiglio comunale non è riuscito a raggiungere un accordo. Per deliberare la modifica, è necessario il voto di quattordici consiglieri su venti eletti. Un obiettivo quasi impossibile da raggiungere. La modifica è stata infatti proposta dall’amministrazione comunale che conta sull’appoggio di soli otto consiglieri. Né lo Statuto può essere modificato dall’opposizione rappresentata da 12 consiglieri. Il problema è stato rimandato alla prossima riunione consiliare. Il consiglio comunale ha però approvato il Piano comunale protezione civile – responsabile tecnico l’architetto Salvatore Guarnieri e il Piano protezione civile legato al rischio idrogeologico, al rischio incendio interfaccia, al rischio sismico. È stata sollevata, invece, una polemica sulla discussione e sulla determinazione della «Sede segreteria comunale: titolarità e proroga reggenza». Non è stata gradita la mozione presentata dal consigliere Giuseppe Roccuzzo, che, di fatto, rinvia il problema alla conferenza dei capigruppo consiliare. Nonostante il malumore di diversi consiglieri, la mozione è stata approvata.

La conferenza dei capigruppo, infatti, è considerata un Consiglio comunale in piccolo, essendo ben dieci i consiglieri coinvolti. Approvato all’unanimità, infine, il quarto argomento inserito nell’ordine del giorno dei lavori consiliari, ossia una mozione d’interventi volti a mantenere l’Iva al 4 per cento, sui servizi forniti dalle Cooperative sociali anche oltre dicembre 2013.