Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 1235
ISPICA - 10/09/2012
Attualità - Aylen Nail Maranges, 25 anni, è stata proclamata vincitrice da Fabrizio Frizzi

Argentina residente a Ispica è Miss Italia nel mondo

Aylen è alta un metro e settanta, ha gli occhi verdi ed i capelli castani Foto Corrierediragusa.it

L’argentina residente ad Ispica ha conquistato il titolo di Miss Italia nel mondo, edizione speciale. Aylen Nail Maranges (foto), 25 anni, è stata proclamata vincitrice da Fabrizio Frizzi, in diretta da Montecatini Terme, su Rai Uno, domenica scorsa. Ed è stata incoronata e «fasciata» dall’ex modella russa (e ingegnere metallurgico) Natasha Stefanenko. Il concorso è stato dedicato alla straniere che vivono e lavorano in Italia da almeno un anno. Secondo stime della Caritas e della fondazione «Migrantes», circa cinque milioni di stranieri hanno la residenza italiana. Patrizia Mirigliani, anima del concorso, di fronte a tale fenomeno, ha deciso di dedicare un riconoscimento a questi cittadini: il titolo di Miss Italia, aperto a coloro giunte da tutti i continenti. Sospendendo, però, per un anno il concorso riservato dal 1991 alle candidate di origine italiana.

Aylen è alta un metro e settanta, ha gli occhi verdi ed i capelli castani. La sua latina bellezza non è esplosiva, ma sensuale, femminile e lontana dalle rifatte «starlette» e dalle androgine modelle che dominano le passerelle dei più importanti stilisti del mondo. Ha venticinque anni. È nata a Rosario Santa Fe e, in Argentina, ha conseguito il diploma di Scuola superiore, studiando poi da stilista, ma solo nel primo dei tre anni previsti. Oggi, anzi fino alla vigilia del concorso, lavorava come commessa. Tre anni fa, è giunta nel bel Paese in vacanza, si è fermata due mesi e si è stabilita dopo aver trovato l’amore. Alessandro è la ragione per cui è rimasta. Quando lo comunicò ai genitori, racconta Aylen in diretta Rai, sua madre le disse che era «pazza» e le suggerì perentoriamente di «ritornare in Argentina». Diplomatico si dimostrò invece il padre, «figlia mia sei adulta, è giusto tu faccia quel che vuoi».

Aylen sembra una ragazza con la testa sulle spalle. Qualche settimana prima di essere incoronata ha dichiarato che «questa edizione di Miss Italia nel mondo è un bel gioco, ma anche un riconoscimento alle ragazze straniere che qui si sono ambientate e lavorano con serietà».

Tra le finaliste anche Riquilen Kely Soares Fortes, 25 anni, nata a Capo Verde, giunta a Montecatini con a seguito la figlia di due mesi, Giselle, e il compagno Lino, originario della Sicilia. Siciliani anche i nonni di Stephanie Santoromito, nata in Tunisia ventisei anni fa e a Roma da due anni, dove ha fondato un´azienda ideatrice di mobili di cartone. Scelta di cuore anche per Kaline Basilio De Souza, brasiliana, 25 anni, residente a Roma da quattro anni, che si è sposata in Italia, dove studia Giurisprudenza alla Sapienza.

Studentessa universitaria anche Tetiana Bondarenko, 25 anni il 28 settembre. Nata in Kazakistan, laureata in Giurisprudenza in Ukraina, a Roma, studia Relazioni Internazionali. È stata lei ad indicare (nel corso della conferenza stampa di presentazione delle miss) «i politici ed il modo di fare politica» tra i difetti dell’Italia.

Tra le ragazze in concorso, invece, Nayomi Andibuduge, originaria dello Sri Lanka, ha lanciato un appello al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano:«Ho 18 anni. Sono nata a Roma. Non ho la cittadinanza. Bisognerebbe accorciare i tempi per ottenerla. Nel cuore, io sono italiana e lo vorrei pure nei fatti».