Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 677
ISPICA - 13/06/2012
Attualità - È salito sul podio il corpo bandistico «Città di Ispica»

Banda musicale Ispica trionfa al festival di Giulianova

I musicisti ispicesi stati insigniti del premio «Migliore banda italiana» Foto Corrierediragusa.it

È salito sul podio il corpo bandistico «Città di Ispica» (foto), conseguendo due riconoscimenti al 13mo «Festival internazionale delle bande musicali», a Giulianova, in Abruzzo.

I musicisti ispicesi stati insigniti del premio «Migliore banda italiana» ed hanno vinto il trofeo di bronzo, classificandosi terzi, ottenendo il prestigioso voto della giuria tecnica, presieduta dal direttore del Conservatorio di Bologna.

La banda «Città di Ispica» deve i prestigiosi riconoscimenti al talento dei musicisti che ne fanno parte e alla genialità del maestro Giannino Amore. Il fatto che abbiano primeggiato su diciassette bande partecipanti, provenienti da ogni parte del mondo (dagli Stati Uniti a Guadalupe, dal Barayn alla Russia e 4 dall’Italia: Ispica, Roma, Agrigento e Grottammare) ne è l’inconfutabile prova.

Le due bande classificate ex aequo al primo posto erano russe, l’argento è andato ai polacchi: le compagini sui gradini più alti del podio erano formate da musicisti professionisti. Mentre la banda ispicese, che ha caratteristiche amatoriali, ha riscosso un successo di pubblico assolutamente straordinario, riuscendo a coinvolgere «la piazza», che le ha tributato una standing ovation finale. Ma il momento emozionante e commovente è stato toccato quando la banda ha suonato la musica delle canzoni del compianto Lucio Dalla, dal titolo «Grazie Lucio», in una superlativa strumentazione del maestro Amore.

L’esibizione, che ha visto suonare come solisti i migliori strumentisti della Banda, fra i quali spicca il giovanissimo Vincenzo Monaca, si è conclusa proponendo canzoni popolari siciliane, arrangiate magistralmente sempre dal direttore.

Instancabile organizzatore della trasferta, è stato il presidente della Banda, Salvatore Amore, che in questo momento e per il prossimo quadriennio, guida la presidenza provinciale dell’Associazione nazionale bande musicali autonome (Anbima).