Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 858
ISPICA - 19/02/2008
Attualità - Ispica - Quesito posto dalla Sinistra giovanile

Ispica: dove sono finiti 300mila euro?

Erano destinati alla pavimentazione di due piazze Foto Corrierediragusa.it

«In quale modo sono stati impiegati quei 300 mila euro iscritti in bilancio, destinati alla pavimentazione delle piazze Regina Margherita e Maria Josè?»: si tratta dell’interrogativo posto dalla Sinistra giovanile e al quale risponde Luigi Ruffino, assessore ai Lavori Pubblici, fugando ogni dubbio sulla questione, visto che il denaro «non è stato toccato e rimarrà ad uso e consumo delle due piazze e, quindi, dei cittadini».

Il movimento giovanile, ormai da tempo, porta avanti una dura battaglia contro l’amministrazione comunale riguardo alle motivazioni che «impediscono di procedere alla pavimentazione delle due piazze». Avviando inoltre una raccolta di firme a Dicembre che, presto, consegneranno al primo cittadino.

La Sg, in modo particolare, lamenta la mancanza di risposte su tale argomento. «Forse ? scrive in documento Tonino Fermo, componente della Sg ? perché raccontare l’ennesima scusa ai cittadini per mascherare le divisioni interne alla maggioranza e per nascondere l’incapacità dell’amministrazione sarebbe anch’essa poco credibile.

La cittadinanza ? precisa ? non chiede la realizzazione di una grande opera pubblica ma semplicemente la pavimentazione della piazza, non solo per dare un aspetto estetico diverso, in quanto vetrina della città, ma anche per evitare spiacevoli incidenti. Purtroppo, capita spesso che gli anziani inciampano o cadono a causa della pavimentazione scoscesa.

Ci chiediamo quanto debba durare ancora questa situazione di degrado in piazza e quante iniziative dobbiamo ancora intraprendere per fare valere i diritti degli ispicesi. Sarebbe ora ? conclude Fermo ? di finirla con la politica delle feste pagate a caro prezzo con i soldi dei cittadini, e spesso utilizzati come fumo negli occhi per nascondere l’inerzia del sindaco Rustico e della maggioranza di centrodestra e iniziare una nuova fase politica».

Tali esternazioni non sono naturalmente condivise dall’assessore ai Lavori pubblici. «Presto ? dice Ruffino ? la piazza sarà completamente rifatta. Un progetto è già in cantiere. Trovo inutile pavimentare e basta, in quanto significherebbe solo porre un pezza. Prima della fine di questa legislatura consegneremo agli ispicesi la nuova piazza».

(Nella foto Palazzo Bruno, sede del comune)