Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 941
ISPICA - 31/01/2008
Attualità - Ispica - L’illuminazione dell’arteria

Luce sulla S.p. Ispica-Pozzallo:
scontro Venticinque-Ammatuna

"L’impianto è stato predisposto e voluto dalla Provincia" Foto Corrierediragusa.it

«L’impianto di illuminazione sulla provinciale Ispica ? Pozzallo è stato predisposto e voluto dalla Provincia e sollecitato dall’allora presidente della Terza commissione consiliare, Giuseppe Sulsenti, oggi, sindaco di Pozzallo». Così Giovanni Venticinque (nella foto), assessore provinciale alla Viabilità, replica alle accuse mosse da Roberto Ammatuna.

Il deputato regionale del Partito democratico sollevava dubbi riguardo all’impianto di illuminazione che sarà installato sul cavalcavia della Ispica ? Pozzallo, nell’asse viario dell’agglomerato Asi e sul ritardo nell’affidare il progetto esecutivo relativo alla rotatoria su cui intersecano la Pozzallo ? Marina Marza e la Recupero ? Santa Maria del Focallo.

«La gara d’appalto che ? spiega l’assessore Venticinque ? secondo Ammatuna sarebbe stata già eseguita, in realtà, sarà espletata il prossimo 19 febbraio. Per quanto riguarda ? specifica ? la rotatoria sul trivio di Santa Maria del Focallo, il progetto esecutivo è stato già affidato, eseguendo una determina presidenziale disposta l’11 dicembre scorso.

Se si sono verificati ritardi ? precisa Venticinque ? sono da attribuire ai problemi tecnici e non alle persone. Mi spiace aver letto sulla stampa le dichiarazioni inesatte rilasciate dall’ex sindaco di Pozzallo. Sarebbe bastata una telefonata in assessorato per ricevere chiarimenti sulla situazione, così come in passato ha sempre fatto.

In tal modo, avrebbe potuto rendersi conto che i procedimenti erano stati già avviati, invece, di lamentare presunti ritardi. Agendo in questo modo ? conclude ? non si facilita la risoluzione dei problemi. Avrei piuttosto auspicato alla collaborazione fra le istituzioni. Purtroppo, Ammatuna ha preferito scegliere la strada della polemica fine a se stessa, piuttosto che quella della sinergia».