Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 740
ISPICA - 27/09/2011
Attualità - Da poco tempo sono arrivati in città in seguito al normale avvicendamento disposto dalla Curia

I nuovi frati ospiti del sindaco in municipio ad Ispica

I frati hanno incontrato il primo cittadino intendendo rappresentargli le attività che intendono portare avanti sia all’interno della comunità religiosa, sia nei confronti della società civile
Foto CorrierediRagusa.it

I nuovi frati del convento di Santa Maria del Gesù di Ispica sono stati invitati dal sindaco Piero Rustico nel palazzo del Comune (foto). Da poco tempo sono arrivati in città in seguito al normale avvicendamento disposto dalla Curia della Provincia «Santissimo nome di Gesù» dei Frati minori di Sicilia.

Si tratta del guardiano fra’ Giuseppe Di Fatta, del rettore della chiesa fra’ Carmelo Latteri, il responsabile per le missioni al popolo fra’ Daniele Cugnata, il responsabile per le missioni «ad gentes» fra’ Giancarlo Guastella e fra’ Giovanni Sosa, di origini peruviane.

I frati hanno incontrato il primo cittadino intendendo rappresentargli le attività che intendono portare avanti sia all’interno della comunità religiosa, sia nei confronti della società civile.

Durante il cordiale dialogo con il primo cittadino, i frati hanno palesato la determinazione degli organi di governo della loro Provincia religiosa di tralasciare il ruolo di casa di formazione avuto negli ultimi anni dal convento, per privilegiare ed implementare la pastorale e le missioni, sia dentro che fuori i confini cittadini.

Il sindaco ha invece sottolineato la vicinanza e l’affetto che la cittadinanza ha sempre nutrito nei confronti di Santa Maria del Gesù e dei frati.

I frati, infine, hanno invitato il primo cittadino a prendere parte alle celebrazioni in onore di San Francesco, patrono d’Italia, animata da tutta la fraternità francescana il prossimo 4 ottobre, per rinnovare la solenne offerta dell’olio votivo e la preghiera per la pace.