Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1110
ISPICA - 02/08/2011
Attualità - Lo rendono noto i rappresentanti del Partito democratico

Ad Ispica la tassa sui rifiuti è aumentata del 10%

"Siamo stati facili profeti – scrive in un documento il segretario del Pd, Gianni Stornello – nel prevedere l’aumento della tassa sui rifiuti a seguito della cessione del servizio in appalto"

Il Comune ha aumentato del dieci per cento la tassa sui rifiuti solidi urbani (Tarsu). Lo rendono noto i rappresentanti del Partito democratico (Pd), trovando la manovra «un blitz di mezz’estate che l’amministrazione comunale voleva far passare in sordina».

Un aumento che, ad onore del vero, il Pd aveva previsto in epoca non sospetta, denunciando in quel periodo la possibilità, che oggi è divenuta certezza, dopo la cessione in appalto a privati del servizio di igiene ambientale.

Il Pd, però, non si lascia prendere la mano dalla polemica e, piuttosto, sollecita all’amministrazione l’adozione di bonus fiscali per coloro i quali effettuano la raccolta differenziata e l’esenzione della tassa per i commercianti, in particolare quelli del centro, duramente colpiti dai lavori di ristrutturazione che interessano la piazza principale.

«Siamo stati facili profeti – scrive in un documento il segretario del Pd, Gianni Stornello – nel prevedere l’aumento della tassa sui rifiuti a seguito della cessione del servizio in appalto. Il nostro gruppo consiliare non ha perso occasione per incalzare l’amministrazione su questo tema e, adesso, ecco un vero e proprio blitz di mezz’estate. Pensando che i cittadini e l’opposizione fossero distratti dalle ferie estive, è stato emesso un provvedimento del sindaco che aumenta del dieci per cento la Tarsu.

Ciò avviene solo qualche mese dal raddoppio della Cosap, il canone per l’occupazione di spazi pubblici e in palese contraddizione con le promesse elettorali del centrodestra, che, solo un anno fa, diceva che la tassa sui rifiuti non sarebbe aumentata. L’incremento della Tarsu – sottolinea – non risparmierà nessuno e raggiunge il massimo livello di iniquità se si pensa che non viene premiato con dei bonus chi fa la raccolta differenziata e non si esentano i commercianti del centro, duramente danneggiati dai lavori di rifacimento della piazza principale. Quest’ultimo atto – conclude – conferma ciò che sosteniamo da tempo: quella in carica ad Ispica si sta caratterizzando come l’amministrazione degli sprechi e delle tasse».