Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 930
ISPICA - 25/07/2011
Attualità - Dopo i lavori effettuati da Giuseppe Amore e Salvatore Giuca

Restaurata la statua del Santissimo flagellato

L’opera è conservata in una nicchia della basilica di Santa Maria Maggiore Foto Corrierediragusa.it

È stata restaurata la statua del Santissimo flagellato, meglio noto come «Cristo alla colonna», conservata in una nicchia della basilica di Santa Maria Maggiore. I fondi occorrenti sono stati raccolti dai giovani soci del «Rotaract Pozzallo – Ispica» (foto). Lo rende noto il presidente dell’esclusivo club Corradina Alfieri.

Lo scorso tre luglio, la statua è stata restituita ai fedeli in tutto il suo splendore, dopo i lavori effettuati da Giuseppe Amore e Salvatore Giuca. Il restauro ha interessato la parte in legno situata tra la statua del «Padre alla Colonna» e l’altare in marmo. Durante la messa, dopo la comunione, padre Davide insieme con la confraternita di Santa Maria Maggiore e i soci del «Rotaract Pozzallo – Ispica» si sono stretti attorno all´altare di «Cristo alla Colonna» per la benedizione del frontale restaurato.

Ritornati sull´altare maggiore, il presidente Alfieri e il segretario della confraternita, Giuseppe Vaccaro, hanno ringraziato tutti colori che hanno contribuito a realizzare questo piccolo miracolo. «Il progetto del restauro del frontale – racconta Corradina Alfieri – è nato lo scorso marzo, mese in cui, per raccogliere denaro, abbiamo organizzato il «Pizzaract», improvvisandoci cameriere. Nel mese di Maggio, abbiamo poi dato vita al torneo di calcio a cinque, sempre per ricavare fondi, svoltosi nel campetto situato a ridosso della parrocchia Madonna delle Grazie, messo a disposizione da Pippo Barone. Senza dimenticare la gentile e preziosa collaborazione di Marco Licitra e di Giancarlo Ferla che hanno arbitrato le partite di calcetto a titolo assolutamente gratuito.

Queste due attività ci hanno quindi permesso di raccogliere i fondi per poter restaurare il frontale di «Cristo alla Colonna». L´obiettivo del Club – conclude il presidente del «Rotaract Pozzallo – Ispica» - era quello di poter donare qualcosa alla città, lasciando un segno tangibile della nostra presenza sul territorio». Il «Rotaract» è un progetto del «Rotary International» presente in tutto il mondo da più di 40 anni e costituito da giovani d’età compresa fra i 18 e i 30 anni.

Il 2 Gennaio 2010 si è costituito il club «Rotaract Pozzallo – Ispica», che, in quest´anno e mezzo di vita, ha organizzato diverse attività, alcune come la tombolata e il concerto di Natale. Si è trattato di iniziative finalizzate ad aiutare le famiglie meno fortunate o i bimbi disagiati di un centro diurno di Rosolini. Hanno inoltre organizzato conferenze nel Liceo classico «Curcio» per sensibilizzare gli studenti sui rischi provocati dall´abuso di alcool.