Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 861
ISPICA - 26/10/2010
Attualità - Ispica: si estende su un’area di 14 mila metri quadrati

Inaugurato centro recupero inerti ad Ispica

L’impianto, autorizzato dalla Provincia, servirà al recupero di rifiuti provenienti dalle attività di scavo, sbancamento e demolizione, costituenti i rifiuti speciali
Foto CorrierediRagusa.it

È stato inaugurato lunedì scorso il centro di recupero degli inerti in contrada Fossolepre (nella foto), distante tre chilometri da Ispica, che si estende su un’area di 14 mila metri quadrati. Il Comune vince la battaglia contro coloro che impinguano le discariche abusive.

L’impianto, autorizzato dalla Provincia, servirà al recupero di rifiuti provenienti dalle attività di scavo, sbancamento e demolizione, costituenti i rifiuti speciali. Sarà quindi utile al trattamento ed allo smaltimento di cemento, mattoni, mattonelle in ceramica, sia singoli che in forma di miscuglio. E, poi, materiali da costruzione a base di gesso, rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione, rifiuti urbani non differenziati, scarti di ghiaia e pietrisco, polveri e rifiuti derivanti dalla lavorazione della pietra, miscele bituminose, terre e rocce.

I materiali inerti, conferiti nel centro di raccolta, saranno in primis selezionati e, poi, frantumati. Successivamente, saranno immessi sul mercato come materie prime, seconde ed evitando, così, il formarsi di discariche abusive di tali materiali sul territorio.

«Il moderno impianto di smaltimento – dichiara il sindaco Piero Rustico – consentirà agli artigiani edili locali di conferire i rifiuti inerti ad una distanza limitata, evitando lunghe percorrenze per adempiere agli oneri di smaltimento. Ci consentirà, inoltre, di salvaguardare ulteriormente l’ambiente, nonché di preservare la sua salubrità, ponendo un deterrente alla formazione di discariche abusive di questi materiali. Ho espresso – conclude – alla ditta Edil Scavi il compiacimento dell’intera comunità cittadina per avere, dopo anni di intenso lavoro in piena sinergia con l’amministrazione comunale, messo a disposizione degli imprenditori e degli artigiani ispicesi questa struttura all’avanguardia, che ancora una volta consente alla nostra città di confermarsi leader in provincia nel corretto smaltimento dei rifiuti e nella difesa del territorio».