Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1053
GIARRATANA - 08/06/2010
Attualità - Giarratana: chiarezza sui finanziamenti Fondi ex Gescal ufficializzati il 4 giugno

Burgio: "ecco 50 mln di euro per i comuni siciliani"

L’ex sindaco di Giarratana rivendica la paternità: «Era tutto bloccato per i ricorsi al Tar. Qualche deputato inopportunamente ne ha rivendicato il merito esclusivo»
Foto CorrierediRagusa.it

Finalmente arrivano i soldi freschi per i comuni montani della Sicilia. Dopo 4 anni dal primo decreto che individuava la graduatoria dei progetti finanziati con risorse Fondi ex Gescal, il comune di Giarratana risulta il primo della provincia di Ragusa per la linea A (comuni con meno di 100 mila abitanti) a beneficiare dei fondi. "Diamo a Cesare quel che è di Cesare- dice un po´ stizzito il consigliere il consigliere provinciale Mpa, nonché ex sindaco di Giarratana Rosario Burgio (nella foto)- perché poco opportunamente qualche onorevole di questa provincia ne aveva rivendicato il merito".

Il consigliere Burgio vuole ristabilire i fatti per come stanno. "Con decreto 1092/2005 la l’assessorato regionale ai Lavori pubblici- scrive Burgio- emana un bando per un programma di finanziamento per la «promozione ed interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani nei comuni della regione».

Si tratta di risorse disponibili pari a 50 milioni di euro che vengono ripartiti per il 15% a favore degli enti di culto (linea b) il 50% (25 milioni destinati alla linea A a favore dei comuni con meno di 10.000 abitanti e il 35% (17.5 mln di euro) a favore della linea A ma per comuni con più di 10.000 abitanti.

«Giarratana –continua Burgio- che aveva presentato un progetto per «lavori di recupero, restauro e risanamento conservativo dell’ex cinema Bellini di proprietà comunale, da adibire a sala multiuso» con un punteggio di 76.5 si piazza al primo posto della graduatoria per la provincia di Ragusa, risultando essere all’ottavo posto sugli oltre 200 progetti presentati in Sicilia».
La graduatoria venne bloccata per via di numerosi ricorsi al Tar, ritenuti legittimi. Tutto si sblocca il 4 giugno scorso, con la pubblicazione dei destinatari del finanziamento, che vede Giarratana beneficiare di ben 449 mila e 888 euro; Monterosso Almo 448 mila e 636 euro; Santa Croce Camerina in parte, per la somma residua di 471 mila euro.

«Con la rimodulazione effettuata utilizzando i coefficienti POR 2000/2007- afferma ancora Rosario Burgio- le risorse diventano: 1.370.000 euro per la linea A comuni con meno di 10.000 abitanti; 959.000 per la linea A comuni con più di 10.000 abitanti (queste risorse dovrebbero andare a Vittoria se accetta di finanziare con propri fondi il progetto complessivo di 1.871.081 euro). Per la linea B, per Ragusa viene finanziato il restauro del seminario vescovile per 411.000 euro sempre che la Curia sia disponibile a finanziare con propri fondi il progetto complessivo di 855.000 euro, diversamente viene fatta scorrere la graduatoria. Così come per Vittoria.