Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 846
GIARRATANA - 04/05/2016
Attualità - Seduta aperta del consiglio comunale dopo le minacce al primo cittadino

Giarratana solidale con il sindaco Bartolo Giaquinta

Preoccupazioni della comunità anche per la recrudescenza di furti Foto Corrierediragusa.it

Il consiglio comunale ha espresso la più totale solidarietà al sindaco Bartolo Giaquinta. I recenti fatti di cronaca che hanno toccato il primo cittadino sono stati oggetto di esame nel corso della seduta aperta del consiglio che ha detto no ad intimidazioni di qualsiasi sorta. Giaquinta è stato oggetto di «attenzioni» e per ben due volte nel giro di un mese è stato messo in atto un tentativo di incendio della sua porta di casa. La macchina dello stesso sindaco era stata attaccata con una molotov rudimentale due anni fa. In aula erano presenti cittadini, rappresentanti delle Forze del’ordine. Il presidente del consiglio comunale, Giuseppe Busso, ha fatto appello al senso civico del paese: «Mi appello a tutti perchè si creino le condizioni per un futuro migliore per la nostra comunità, per perché Giarratana sia un posto sicuro dove vivere e prosperare in piena libertà, senza paure e condizionamenti". L’occasione del consiglio comunale aperto è stata propizia anche per parlare dei furti che negli ultimi e si si sono verificati soprattutto nelle campagne circostanti il paese. Un fenomeno nuovo che ha creato allarme ed ha indotto lo stesso sindaco a parlarne con il prefetto Maria Carmela Librizzi. Da parte sua Bartolo Giaquinta ha voluto evidenziare che continuerà a lavorare per il bene della comunità. «Vado avanti ed ha fiducia nel lavoro delle Forze dell’ordine».