Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 816
GIARRATANA - 16/08/2011
Attualità - Molto apprezzato il concerto della storica "Premiata Forneria Marconi"

Cipolla in tutte le salse per la sagra di Giarratana

Felice anche l’abbinanento con l’altro prodotto tipico del centro montano, il torrone bianco

Invasione a Giarratana. Oltre settemila persone hanno partecipato alla 33ma edizione della «Sagra della cipolla» Per tutta la domenica il centro montano è stato meta di pellegrinaggio di quanti hanno voluto degustare il prodotto principe di Giarratana non mancando l’occasione di degustare anche il torrone bianco per una mix molto gustoso. La cipolla è stata la regina della serata , straordinariamente dolce e dalle dimensioni molto grandi, cucinata e servita in tutte le versioni possibili. Vera e propria attrazione per i buongustai. E non solo.

Abbinato alla cipolla, un altro dei classici di Giarratana, il torrone bianco che, a chi ne faceva richiesta, veniva consegnato in un apposito contenitore promozionale con i «bianchi» di Giarratana. La serata è stata chiusa dal concerto della Premiata Forneria Marconi che, tra musiche di Fabrizio De Andrè e brani originali degli anni Ottanta e Novanta, si è esibita in una piazza «13 Ottobre 1902» stracolma di estimatori di una band che ha fatto la storia della musica leggera italiana.

La giornata ha preso il via il corteo con le autorità (accompagnavano il sindaco, Pino Lia, tra gli altri, il presidente della Provincia, Franco Antoci, l’assessore provinciale allo Sviluppo economico, assessori e consiglieri comunali, oltre a padre Cavalieri che, 33 anni fa, assieme all’attuale primo cittadino, ispirò e diede il via alla prima manifestazione avente per tema trainante la Cipolla di Giarratana) che, preceduto dal gruppo dei Tamburi di Giarratana e dal corpo bandistico «Vincenzo Bellini» diretto dal maestro Francesco Fatuzzo, ha percorso corso XX settembre. Poi il via alle degustraziooni nei vari stand allestiti.

La sagra della cipolla ha visto la presenza del senatore della Repubblica francese Andrè Vantomme, vice presidente del dipartimento de l’Oise, una cittadina con la quale il centro montano ibleo sta valutando la possibilità di avviare le procedure per intrattenere rapporti di gemellaggio. Un altro gemellaggio che Giarratana sta perfezionando è quello che vedrà i rappresentanti istituzionali del centro ibleo in Belgio, a metà settembre, per rendere visita al paese di «Trois-Ponts» con cui, già da qualche tempo, è stato avviato un rapporto di collaborazione che dovrebbe presto sfociare in una intesa più articolata in ambito culturale ed economico.