Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1367
COMISO - 04/07/2010
Attualità - Comiso: polemiche a distanza con il Pd sul verde pubblico

Alfano sul decoro: «Comiso non è una pattumiera»

Il sindaco si dice stanco di subire «accuse gratuite e meschine» e annuncia provvedimenti per rendere più pulita la città
Foto CorrierediRagusa.it

Il sindaco Giuseppe Alfano (nella foto), risponde alle numerose segnalazioni reiterate in questi due anni dal Pd, in merito alle manutenzioni del verde pubblico. «Mai come ora in città si è potuto registrare un così alto livello del decoro urbano. Non vi è un solo filo d’erba sulle strade e le aiuole risultano pulite».

Alfano si dichiara stanco delle accuse «gratuite e politicamente meschine da parte di chi vorrebbe che Comiso sia ormai ridotta a una pattumiera. La città ha sicuramente bisogno di molti lavori di un certo rilievo – ha continuato il sindaco - che si possono affrontare solo con l’accensione di grossi mutui, ai quali stiamo provvedendo. Intanto però abbiamo assicurato tutto ciò che concerne la manutenzione ordinaria; abbiamo riparato la quasi totalità delle migliaia di buche stradali che, con l’amministrazione precedente, erano diventate una caratteristica tipica di Comiso, alla stregua di elementi architettonici decorativi, ovviamente in negativo».

L’amministrazione sta prevedendo a raddoppiare le squadre di operai per l’eliminazione delle erbe spontanee dai marciapiedi e dalle strade, le quali provvederanno anche all’irrogazione di sostanze diserbanti per evitare o limitare il rinascere delle erbacce.

«Abbiamo altresì – ha concluso il primo cittadino - istituito dei momenti di dialogo diretto con cittadinanza attraverso ‘Punto in Comune’ e in tutti gli assessorati si continua a ricevere quotidianamente il pubblico. Siamo, pertanto, perfettamente a conoscenza dei problemi della città e quali sono le istanze dei cittadini. Sono, però, davvero stufo di subire attacchi politici strumento utile solo a dare visibilità a chi è stato cacciato, a suon di voti, dal palazzo di città».