Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 950
COMISO - 24/06/2010
Attualità - Comiso: gli emendamenti del Pd bocciati dai revisori dei conti

Comiso: l´ approvazione del bilancio preventivo in consiglio

La seduta consiliare del 29 giugno richiederà la presenza di tutti i consiglieri di maggioranza perché, in caso contrario, si determinerebbe una situazione di stallo

Si avvicina sempre più la fatidica data per l’approvazione in consiglio comunale, del bilancio preventivo del comune di Comiso. La seduta è convocata per il 29 giugno, data ai limiti estremi considerato che gli enti locali dovrebbero presentare lo strumento finanziaria entro il 30 di giugno, per evitare di andare incontro ad ulteriori commissariamenti della regione. Sono già palpabili però, le frizioni tra maggioranza ed opposizioni.

In questi giorni infatti, il Pd di Comiso ha presentato degli emendamenti che, ancor prima di essere discussi in consiglio, sono stati bocciati dai revisori dei conti. «Ci saremmo attesi – ha commentato Gigi Bellassai (nella foto), segretario Pd - coraggio e lungimiranza dal bilancio preventivo del nostro governo comunale, il quale dovrebbe sentirsi investito da una responsabilità che dovrebbe indurre gli amministratori ad una ridefinizione degli obiettivi da perseguire nell’ambito della propria programmazione economica e finanziaria. E invece il risultato che emerge è il frutto di un compito meramente burocratico che ha badato alla quadratura dei conti».

Immediata la risposta di Raffaele Puglisi, assessore alle finanze: «Il giudizio espresso dal Collegio dei revisori dei conti – ha commentato l´assessore alle Politiche Finanziarie Raffaele Puglisi – se, da un lato, conferma come la bozza di documento programmatico-finanziario elaborata dalla Giunta municipale sia la migliore possibile, per altro lato svela come le proposte di modifica avanzate dalle opposizioni siano strumentali e demagogiche». La seduta consiliare del 29 giugno, richiederà comunque la presenza di tutti i consiglieri di maggioranza perché, in caso contrario, si determinerebbe una situazione di stallo che non potrebbe garantire l’approvazione dello strumento finanziario, entro i termini stabiliti, causando per la terza volta in due anni, il commissariamento del bilancio preventivo la cui approvazione, qualora slittasse, ingesserebbe qualunque azione amministrativa.