Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 612
COMISO - 26/05/2010
Attualità - Comiso: polemiche fra amministrazione comunale ed il Laboratorio Giovani

Il maxischermo per Inter-Bayern non convince il sindaco

Il sindaco non vuole erogare il contributo perché i cittadini sarebbero stati discriminati a beneficio di clienti di locali in piazza Fonte Diana
Foto CorrierediRagusa.it

Non ti pago ! Non era solo il titolo di una famosa commedia di Eduardo De Filippo, ma anche la drastica decisone del sindaco Alfano nei confronti dell’associazione che ha organizzato la serata in piazza fonte Diana, in occasione della finale di Champons League Inrwe-Bayern di Monaco. Il pomo della discordia è stato il maxischermo che, invece di essere allocato davanti al portone centrale del comune, è stato situato 10 metri più giù, di fronte ad alcuni locali di ristorazione.
Le lamentele di alcuni cittadini non si sono limitate a questo, perché l’obiettivo era proprio quello di rivitalizzare la piazza, con ricadute economiche positive per i locali. Le proteste si sono infuocate quando molte persone si sono posizionate in piedi, davanti ai tavoli di alcuni locali, impedendo la visuale ai clienti. Uno dei gestori, visti i disordini, ha deciso di spegnere il maxi schermo. Da qui, tutta una protesta collettiva, per capire se questa iniziativa fosse stata privata, o a carico del comune di Comiso. Il sindaco Alfano, con drastica decisone ha fatto sapere che non erogherà il contributo all’associazione che ha organizzato la serata.

«Per la serata di Sabato – ha informato Alfano - l’amministrazione precisa di essersi impegnata solamente a promettere un contributo all’associazione culturale organizzatrice dell’evento. Ci tengo a dichiarare che, quando a pagare un evento sono tutti i cittadini, con i propri soldi, deve essere data a tutti la possibilità di prendere visione dello stesso e non solo ai clienti degli esercizi di ristorazione. Pertanto, per come è stato dato svolgimento alla serata, l’amministrazione comunale non concederà il contributo promesso agli organizzatori».

Immediata ed altrettanto drastica la risposta degli organizzatori, ossia Laboratorio Giovani, che in una nota hanno dichiarato : «Ricordandole che la nostra associazione è senza scopo di lucro e che vanta più di 100 giovani iscritti, approfittiamo dell’occasione per dirle che la stessa regalerà la serata per un costo di 1.500 euro relativi al noleggio di monitor, proiettore, stampa, pubblicità, e che siamo noi, viste le critiche, a rifiutare il compenso e d’ora in poi a evitare di collaborare con l’amministrazione da lei retta. Volevamo essere di supporto alla rivitalizzazione del centro storico da lei tanto menzionata e mai realizzata».