Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1012
COMISO - 23/05/2010
Attualità - Comiso: 4 anni dopo Pedalino ricorda ancora l’amico di tutti

Tornei sportivi per commemorare Piero Sgarlata

Due giorni di sport ripensando alla tragica scomparsa di un giovane che è rimasto nel cuore di tanti sportivi
Foto CorrierediRagusa.it

Quando gli amici restano nel cuore le comunità fanno quadrato e li ricordano sempre. Come tradizione vuole da 4 anni, i giovani di Pedalino, frazione di Comiso, in collaborazione con il C.S.C. Polisportiva Pedalino e la parrocchia M. SS. Del Rosario di Pedalino organizzano il 4° Memorial «Piero Sgarlata» , per ricordare con immutato affetto l’amico Piero morto tragicamente in un incidente stradale il 24 Maggio del 2006.

Il vice presidente del C.S.C. Pol. Pedalino, Gaetano Scollo, nonché amico di Piero commenta: «Il Memorial dedicato al nostro amico, è diventato ormai un evento atteso da tutta la frazione, per non dimenticare quel tragico giorno. Il programma si svolgerà in due momenti: lunedì 24 maggio alle 19, presso la Chiesa di Pedalino, sarà celebrata una messa ufficiata dal parroco di Pedalino don Giuseppe Riggio a ricordo del caro Piero.

Martedì 25 Maggio alle ore 20 presso il campetto di calcetto di via Volga « La Zagara» si giocherà un triangolare di pallavolo, anziché di calcio, novità di quest´anno, introdotta, per far partecipare anche le ragazze di Pedalino. I partecipanti delle tre squadre sono stati tutti amici di Piero. Il Memorial oltre ad essere diventato un momento di aggregazione tra i giovani della frazione, veicola un importante messaggio che fa riflettere tutti noi su quanto sia importante la vita e i valori dell´amicizia. L´occasione mi è gradita per ringraziare tutti coloro che hanno collaborato all’organizzazione della manifestazione, ma soprattutto un grazie particolare voglio rivolgerlo, a nome mio e penso anche a nome di tutti i giovani, alla famiglia, alla quale tutti noi siamo sempre vicini, per la collaborazione».