Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 602
COMISO - 12/05/2010
Attualità - Comiso: stop ai lavori stradali in dirittura d’arrivo

Lavori bloccati in una strada con vincoli archeologici

Il dirigente e il rup Walter Bencivinni e Giuseppe Cilia: «Motivazione inconsistente, abbiamo aperto un contenzioso»
Foto CorrierediRagusa.it

Paradossale ma vero. I lavori di realizzazione della strada di collegamento di via f.lli Cervi in contrada Merlino, quasi ultimati, sono stati bloccati dalla Sovrintendenza ai beni culturali per vincoli archeologici «dell’ultima ora». In uno dei nuovi quartieri di Comiso, nel quale le concessioni edilizie sono state rilasciate nel 1994, e dove già insistono molte abitazioni, il Comune di Comiso ha stanziato con fondi propri circa 57 mila euro per la realizzazione di una strada di congiungimento lunga 15 metri e larga 10. La data di consegna dell’appalto risale al 3 agosto 2009 ed i lavori dovevano essere completati entro 90 giorni.

Ma a distanza di quasi un anno i residenti sono ormai demoralizzati e soprattutto non capiscono come mai, all’improvviso, il cantiere è stato sospeso. Mancava poco in fondo, poiché la strada già realizzata, necessitava solo del manto stradale.

Il dirigente ai lavori pubblici Walter Bencivinni ed il r.u.p. (responsabile unico del progetto) Giuseppe Cilia hanno spiegato i motivi del blocco dei lavori. «Ci è arrivato – affermano i due tecnici – da parte della Sovrintendenza ai beni culturali un avviso di sospendere i lavori perché pare ci siano dei vincoli archeologici nella zona. La Sovrintendenza ha spiegato che la strada non può essere realizzata perché è probabile che debbano essere effettuati dei saggi del terreno sottostante. La motivazione ci è sembrata inconsistente – ha continuato Bencivinni – tant’è che c’è già un contenzioso con la Sovrintendenza».

Contenzioso a parte, i numerosi residenti di quella strada, si cimentano ogni giorno con un terreno accidentato, con tombini scoperti che rappresentano un enorme rischio per i pedoni e per le macchine, e con una mole di fango enorme durante la stagione delle piogge. Non si sa comunque, quando i lavori potranno essere ripresi.

(Nella foto i lavori stradali bloccati)