Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 923
COMISO - 27/02/2010
Attualità - Comiso: Riggio e Mancini sono stati chiari

Il Magliocco di Comiso decollerà entro l´estate 2011

La riunione alla provincia è servita, come ha sottolineato il presidente della provincia Franco Antoci, a mettere un punto fermo sulla vicenda e a chiarire tempi e prospettive Foto Corrierediragusa.it

Se avevate programmato di volare da Comiso questa estate verso qualche capitale europea o per Roma o anche Milano potete rivedere i vostri piani e rinviare il tutto all’estate del prossimo anno. Bene che vada da Comiso si potrà infatti volare a Maggio 2011. Quello che molti temevano è stato confermato da Gaetano Mancini, presidente della Sac di Catania, socio di maggioranza della società di gestione dell’aeroporto di Comiso,Soaco.

Mancini è stato chiaro ed altrettanto lo è stato anche Vito Riggio, presidente dell’Enac, nel corso dell’incontro tenuto a Ragusa su iniziativa del presidente della provincia Franco Antoci. Il presidente della Sac ha dettato il crono programma dell’operatività dell’aeroporto; innanzitutto la consegna della struttura ormai prossima, questo maggio; da quel momento partono i tempi tecnici come il collaudo dell’aerostazione, le autorizzazioni e tutto il resto ma quello che più conta sono i contratti con le compagnie che dovranno e vorranno utilizzare la pista di Comiso.

Le compagnie programmano, ha ricordato Mancini, di sei mesi in sei mesi e quindi i primi voli potranno essere schedulati non prima dell’avvio dell’orario estivo, ovvero la primavera del 2011. Gaetano Mancini ha voluto dissipare ogni dubbio «Come Sac siamo fortemente interessati ad operare su Comiso, vi abbiamo investito 23 milioni di euro e vogliamo un ritorno ma i tempi sono questi». Vito Riggio, al tavola della presidenza con Franco Antoci , ha annuito davanti a parlamentari, rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni tra cui la Federalberghi, e ha parlato di due anni di ritardo sui tempi previsti. Non ha voluto affondare il coltello nella piaga ma ha accennato a qualche errore di metodo nell’avvio della pratica aeroporto.

La riunione è servita, come ha sottolineato il presidente della provincia Franco Antoci, a mettere un punto fermo sulla vicenda e a chiarire tempi e prospettive. Perché anche queste non sono del tutto chiare; chi volerà infatti a Comiso? Ryan air, come fa negli scali dove è operativa, come a Trapani, chiede forti sovvenzioni ma la provincia non sembra disponibile a farlo; altre compagnie hanno manifestato un certo interesse ma vorranno conoscere costi e condizioni. Toccherà alla Sac fare qui la sua buona parte invogliando chi opera su Catania a spostare qualche linea su Comiso; questa dovrebbe essere, tra le altre, il punto forte della presenza Sac nella Soaco ma è tutto da verificare. Intanto arrivederci a maggio 2011.

(Nella foto da sx il presidente del´Enac Vito Riggio e il presidente della provincia Franco Antoci)