Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1574
COMISO - 20/01/2010
Attualità - Comiso: aumenta la crisi nel settore dell’edilizia

Manca il Prg, Comiso perderà 18 milioni dalla Regione?

L’assessore Michele Zisa: Il piano è in itinere, la bozza è stata inviata a Palermo e s’attende l’approvazione. Ci vorrà almeno un anno»

Le cooperative edilizie di Comiso rischiano di perdere circa 18 milioni di euro di finanziamenti regionali a causa del blocco del Piano regolatore generale. Centinaia di operatori del comparto sono fermi da mesi. La Regione ha stanziato per le cooperative edilizie di Comiso, circa 18 milioni di euro per l’acquisizione di aree edificabili e la realizzazione di case e che costituirebbero una grossa boccata d’ossigeno in un momento di crisi del settore.

Ma le aree non ci sono poiché i vincoli del Prg sono decaduti già da tempo. Ed è decaduto anche il finanziamento che probabilmente verrà prorogato anche per l’anno in corso. L’allarme è arrivato da alcuni responsabili delle coop edili, che ad oggi non hanno notizie sul Prg definitivo. La preoccupazione è che possa ancora persistere lo stallo di tutto il comparto artigianale e commerciale locale che gira attorno all’edilizia. Dai muratori ai carpentieri, agli idraulici, ai vetrai, ai falegnami, ai fabbri, ai mattonisti, alle ditte di fornitura dei vari materiali. Un comparto che a Comiso rappresenta circa il 40% del tessuto connettivo economico.

«Il Prg è in itinere –ha commentato Michele Zisa assessore ai servizi tecnici e lo schema di massima è stato approvato in giunta due mesi fa. Lo schema è stato inviato a Palermo dove sarà esaminato, per poi tornare a Comiso una volta approvato. Dopo di che sarà elaborato il Prg definitivo. Credo che tutta questa procedura si concluderà entro un anno. Ma comunque – ha concluso Zisa- di veramente bloccato a Comiso è la vendita di centinaia di abitazioni realizzate negli anni scorsi e rimaste invendute a causa della crisi economica che stiamo attraversando».