Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1061
COMISO - 14/01/2010
Attualità - Comiso: sulla raccolta differenziata entra nel dibattito la ditta che svolge i lavori

La "Busso" rassicura: «differenziata e porta a porta si fanno ancora»

Maurizio Busso e Franco Tigano smentiscono stoppano le polemiche innescate con la sospensione del bonus da parte dell’amministrazione comunale
Foto CorrierediRagusa.it

«La raccolta differenziata a Comiso continua normalmente, il porta a porta esiste e si fa regolarmente». Sono le dichiarazioni di Maurizio Busso e Franco Tigano, responsabili della ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti solidi urbani, e della differenziata a Comiso.

Da circa 15 giorni si è innescata una polemica senza esclusione di colpi legata alla decisione dell’amministrazione comunale di sopprimere il bonus di incentivazione per la differenziata. Molte le dichiarazioni rese dai partiti di opposizione come Pd e Rifondazione Comunista, che hanno prospettato degli scenari inquietanti causati da questa decisione, facendo notare anche «lo stato di completo abbandono del Ccr (Centro comunale di raccolta)(nella foto). E non è mancata anche l’opinione della gente che più volte ha lamentato la poca funzionalità del porta a porta.

I responsabili della Busso rispondono con «carte alla mano». «Ci sono cose da puntualizzare - ha dichiarato il responsabile - primo punto in assoluto che non si può dire a distanza di pochi giorni se il trend del conferimento della differenziata sia in calo. A noi non risulta. Saranno i tabulati futuri che verranno messi a confronto con quelli del 2009 a darci conferme e conclusioni basate sui numeri».

Per quanto riguarda invece la raccolta fatta porta a porta, esiste anche una tabella calendarizzata e suddivisa in zone. «Dal lunedì al sabato tutte le strade vengono percorse per raccogliere i sacchettini della differenziata e, dietro chiamata, noi raccogliamo gli ingombranti ed i cartoni. Diciamo anche – ha aggiunto il locale responsabile della ditta, Franco Tigano- che spesso davanti alle porte non troviamo niente».

Ultimo passaggio quello sul centro comunale di raccolta che, secondo il consigliere comunale del Pd, Fabio Fianchino, «si è trasformato in una vera e propria discarica». Tigano ha infatti concluso affermando: «La pulizia del Ccr non ha delle scadenze programmate, perché interveniamo ogni qualvolta l’area di raccolta si riempie. Anche in questo caso esistono delle tabelle che elencano gli interventi, il conferimento nelle piattaforme di stoccaggio e smistamento dei materiali differenziati. Un percorso che viene documentato dall’inizio alla fine e che chiunque può visionare».