Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 807
COMISO - 27/12/2009
Attualità - Comiso: inaugurato il secondo centro in provincia di Ragusa

Il Centro Alzheimer Ibleo servirà malati di Comiso e Vittoria

Grazie a fondi regionali, nasce una struttura a servizio delle famiglie di pazienti colpiti dalla grave patologia
Foto CorrierediRagusa.it

E’ stato inaugurato a Comiso il secondo centro di assistenza per chi soffre del morbo di Alzheimer, oggi sempre più diffusa anche in Sicilia. E’ il secondo centro in provincia di Ragusa e nasce grazie all’azione congiunta dell’Associazione Alzheimer Iblea e dei Comuni di Comiso e Vittoria. I due comuni della zona ipparina, hanno ricevuto un finanziamento regionale grazie alla legge 328, con progetti che erano stati presentati circa tre anni fa.

Al comune di Comiso sono stati erogati 65 mila euro annui per la durata di due anni, a quello di Vittoria 35 mila euro. I due comuni viciniori hanno unito le loro somme e Comiso risulta essere oggi il comune capofila e coordinatore dei due territori. Il centro presterà assistenza a 20 utenti con demenza in fase iniziale. La struttura, inaugurata dal sindaco di Comiso, Giuseppe Alfano, è stata intitolata a Claudia Di Paola, scomparsa lo scorso anno, volontaria da 15 anni e forte sostenitrice della nascita del centro.

La proposta è stata ufficializzata dall’assessore comunale Girlando e successivamente formalizzata. «E’ un progetto importante – ha dichiarato Salvo Girlando- che ha come obbiettivo principale quello di dare assistenza innanzitutto alle famiglie dei malati. Il personale altamente specializzato e competente, sarà messo a disposizione dal centro ibleo Alzheimer, coordinato dal dott. Antonio Di Paola». Anche a Comiso saranno riproposte le attività che vengono realizzate nel capoluogo e che hanno già fortemente aiutato i malati e soprattutto le loro famiglie che pian piano riescono ad avere maggior tempo risparmiato dall’assistenza che viene fornita all’interno del centro.

(Nella foto in alto, l´inaugurazione del Centro)