Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 483
COMISO - 20/12/2009
Attualità - Comiso: iniziativa di solidarietà al Liceo Carducci

Un calendario per costruire pozzo artesiano in Africa

«Si tratta del progetto «From sky to tap»- spiega il dirigente scolastico Corrado Roccaro- che ha visto impegnati per ben tre anni i nostri alunni in un lavoro di approfondimento sull’acqua»
Foto CorrierediRagusa.it

Un calendario per l’Africa. Questo il prodotto finale del progetto «From sky to tap»che ha visto coinvolto in prima linea l’istituto secondario «G. Carducci» di Comiso. Il progetto, finanziato dalla Comunità europea e conclusosi lo scorso luglio, ha visto impegnate per tre anni cinque scuole europee che hanno approfondito il tema dell’acqua.

Come prodotto finale del progetto, oltre ad un sito internet (www. Skytotap. Net/index.html) in cui è possibile prendere visione di tutti i lavori delle cinque scuole e visionare le immagini scattate, è stato stampato un calendario dell’anno 2010. Ognuno dei dodici mesi è illustrato da una foto inerente all’acqua, scattata dagli alunni partecipanti al progetto. Il ricavato della vendita del calendario servirà a finanziare la realizzazione di un pozzo artesiano a Nekemte, in Etiopia.

In questo villaggio, che si trova nella regione occidentale dell’Etiopia, vive ed opera da diversi anni la missionaria comboniana Nives Battaglia, con la quale collaborano altre tre suore dell’ordine Pie Madri della Pigrizia, che gestiscono un asilo di oltre trecento bambini e un piccolo centro sanitario, nel quale opera direttamente suor Nives che è anche un medico. Il pozzo servirà a soddisfare le basilari esigenze della comunità. Fino ad oggi sono stati raccolti circa cinquecento euro con la vendita del calendario, ma l’obiettivo è raddoppiare la somma.

Già tre anni fa l’Istituto Carducci aveva contribuito, con una raccolta fondi, alla realizzazione del primo pozzo artesiano del villaggio, che ha consentito alla popolazione, in particolare donne e bambini, di non dovere più percorrere chilometri a piedi per potersi approvvigionare dell’acqua necessaria, migliorando notevolmente le condizioni di vita.

«Il progetto «From sky to tap» è giunto a conclusione- ha detto il dirigente scolastico Corrado Roccaro- Il progetto ha visto impegnati per ben tre anni i nostri alunni in un lavoro di approfondimento sull’acqua che si è articolato in varie fasi: oltre a lavorare in rete, i nostri alunni sono stati ospiti dei compagni stranieri e hanno avuto modo di conoscere realtà scolastiche diverse dalla nostra. Questo del calendario è il progetto più ambizioso perché ci permette di trarre dal nostro lavoro un frutto concreto e di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita di una comunità. E’ un lavoro importante anche per i nostri alunni che vengono sensibilizzati su tematiche legate alla solidarietà».