Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 1003
COMISO - 24/11/2009
Attualità - Comiso: sanità, rullano tamburi di guerra per la riduzione dei posti letto

Tutti contro i tagli dell’ospedale di Comiso

Il presidente del Consiglio Raffaele Elia: «Ci stiamo organizzando per impedire questa decisione in attesa di un piano di riordino meno penalizzante»

Foto CorrierediRagusa.it

L’ospedale Regina Margherita non chiuderà. Lo annuncia il presidente del consiglio comunale, Raffaele Elia (nella foto). Sembra che sia nelle reali intenzioni della direzione provinciale dell’ Asp 7, dare il colpo di grazia al nosocomio casmeneo, addirittura entro il 2009.

Si prevede una drastica riduzione di posti letto che dovrebbero essere ridistribuiti tra altri nosocomi e principalmente a Vittoria. Elia ha dichiarato: «Non è una totale chiusura del Regina Margherita, ma sicuramente una grossa penalizzazione che lascerebbe ben pochi margini alla struttura. Ho infatti convocato una seduta del civico consesso aperta e con un unico punto, per il 30 novembre, durante la quale si discuterà sull’opportunità di presentare un documento a firma congiunta, sulle varie misure da intraprendere».

Nei giorni scorsi, una rappresentanza politica di maggioranza ed opposizione, ha incontrato il direttore Gilotta e non sono mancati i toni alti. Il problema più grosso sembra essere un’eventuale chiusura anche del pronto soccorso. Intanto tutti i partiti presenti a Comiso si stanno organizzando per contrastare questa eventualità che penalizzerebbe una comunità di circa 30 mila abitanti. L’Udc di Comiso e Pedalino, giovedì 26 novembre presso la sede del Circolo «Aldo Moro» di Pedalino, sita in piazza Gramsci, terrà una conferenza stampa contro la chiusura dell’Ospedale «Regina Margherita» di Comiso.

Saranno presenti la deputazione nazionale, regionale, provinciale e comunale. Il Pd, seguirà con un altro incontro con la stampa venerdì. Il 30 novembre, infine, una seduta del civico consesso dove maggioranza ed opposizione decideranno sul da farsi. «L’obbiettivo – ha concluso Raffaele Elia – è quello di fare retrocedere da questa decisione la direzione dell’ Asp, in attesa di un piano di riordino più razionale e meno penalizzante».