Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1200
COMISO - 30/10/2009
Attualità - Comiso: nasce in via F.lli Kennedy il secondo centro nella provincia di Ragusa

Centro per malati di Alzheimer darà respiro alle famiglie

Il fondatore Antonio Di Paola: «Grazie al comune di Comiso e in buona parte anche Vittoria, garantiremo 194 mila euro per due anni»
Foto CorrierediRagusa.it

Nascerà a Comiso, in via Fratelli Kennedy, il centro diurno che andrà a supportare le attività in favore dei pazienti malati di Alzheimer. Si è svolto già il sopralluogo per la destinazione delle singole stanze che compongono la struttura messa a disposizione dal Comune di Comiso ma che servirà anche la comunità di Vittoria nell´ambito della progettazione del distretto socio sanitario n. 43.

Entrambi gli enti pubblici hanno messo a disposizione delle somme che serviranno alla gestione del centro diurno, il secondo che nasce dopo quello di Ragusa nella provincia iblea. «In totale– spiega Antonio Di Paola (nella foto da sinistra con il vice sindaco di Comiso Salvo Girlando), segretario del coordinamento Alzheimer Sicilia e fondatore dell´Associazione Alzheimer Iblea – grazie al Comune di Comiso, che ha messo una buona parte delle risorse, e al Comune di Vittoria, riusciamo a garantire 97 mila euro l´anno per due anni nell´ambito del progetto che prevede la creazione del centro diurno. In pratica saranno avviate le attività riabilitative nei confronti dei pazienti che saranno presi direttamente a casa dal personale specializzato per essere trasportati, con un pulmino, nel centro diurno. Aiuteremo così i pazienti e daremo un momento di respiro anche alle famiglie».

Al sopralluogo che si è svolto stamani ha partecipato anche il vicesindaco di Comiso, Salvo Girlando che si è detto convinto della validità del progetto e dell´iniziativa che sta portando vanto l´Associazione Alzherimer Iblea, sezione di Comiso.