Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1141
COMISO - 05/10/2009
Attualità - Comiso: A Villa Orchidea il passaggio della Campana dei kiwaniani

Nunzio Portuese presidente Kiwanis. Nunzio Lauretta luogotenente Sicilia 5

Illustrato un programma dedicato alle fasce deboli della società. Il neo presidente: «Siamo al servizio dei bambini e delle fasce più deboli. Il Comune dialoghi sul dissesto idrogeologico»
Foto CorrierediRagusa.it

Il Kiwanis Club di Comiso ha rinnovato le cariche sociali e s’è dato nuove regole di comportamento. «I soci del Kiwanis devono servire il club e le cause sociali non servirsi del club». Concetti forti con marcate venature polemiche nei confronti di alcuni predecessori che hanno lasciato il club comisano, sono stati espressi da Angelo Agosta e Nunzio Portuese, presidente uscente e subentrante del club casmeneo.

Durante la cerimonia del «Passaggio della Campana» avvenuta a Villa Orchidea, il medico-dentista Nunzio Portuese, neo presidente per l’anno sociale 2009-2010, e il Past presidente Angelo Agosta hanno messo da parte il solito cerimoniale di prammatica per togliersi più di un sassolino dalle scarpe nei confronti del gruppo di soci che ha lasciato da poco il club.

Alla presenza del governatore eletto del Distretto Italia- San Marino, prof. Salvatore Costanza, è emerso un dibattito ricco di contenuti sociali e solidali, ma anche tanto orgoglio nel rivendicare un nuovo modo d’intendere l’appartenenza al Kiwanis. Niente «volemose bene», come spesso accade davanti ad autorità politiche, militari e religiose, ma franchezza nel parlare che contrasta con la solita ipocrisia di circostanza.

Il neo presidente Nunzio Portuese ha esposto il programma del nuovo anno sociale. Come sempre sono stati i bambini l’attenzione principale del Kiwanis. «Il 20 novembre -ha detto il dott. Portuese- sarà celebrata la giornata dei diritti dell’infanzia; inoltre, il club comisano si adopererà per realizzare i services del Distretto Italia-San Marino (asilo in Abruzzo); per un service del Club di Comiso con l’acquisto di farmaci da inviare in Africa; la ristrutturazione del parco giochi; abbonamenti alla piscina per bambini con deficit fisici. Abbiamo intenzione, anche, di aprire un dialogo con la pubblica amministrazione per ciò che riguarda il dissesto idrogeologico del nostro territorio».

Il richiamo forte all’identità e all’unità kiwaniana è stato lanciato dal professor Nunzio Lauretta. «Più si rafforza il concetto d’identità- ha detto- meno subiamo i danni della globalizzazione».

Il "Passaggio delle Insegne" tra l´Immediato Past Luogotenente Giuseppe Paci e il Luogotenente del Governatore della Divisione Sicilia 5 (Clubs di Caltanissetta, Caltagirone, Comiso, Gela, Enna, Nicosia, Piazza Armerina e Vittoria), Nunzio Lauretta, è stato fatto dal Governatore eletto del Distretto Italia-San Marino Salvatore Costanza. Il "Passaggio della Campana" del Kiwanis Club di Comiso tra il Past Presidente Angelo Agosta e il Presidente per l’anno sociale 2009-2010, Nunzio Portuese, è stato gestito congiuntamente dal Luogotenente Lauretta e dal Governatore Costanza.

Hanno portato il saluto della città di Comiso, in rappresentanza del sindaco Giuseppe Alfano, l’assessore alla Cultura Maria Rita Schembari; per la comunità iblea è intervenuto il presidente della Provincia Franco Antoci; in rappreentanza del vescovo mon. Paolo Urso è stato presente il vicario foraneo arciprete Antonio Baionetta.

Nella foto in alto, da sinistra: Nunzio Lauretta, Angelo Agosta, Nunzio Portuese, Salvatore Costanza